Eccellenza (14^ giornata): Gaeta – Città Monte San Giovanni Campano 2-1. Tabellino e cronaca

GAETA – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 2-1
GAETA: De Deo, Ciotola, Zappalà, Bosco, Popolla (27’ st Trani), Giudice, Compierchio, Colella (17’ st Kabanku), Mazza (21’ st Capuano), Pepe, Raiola. A disposizione: Russo, Coda, Figliomeni, Zaccaria. Allenatore: Felice Melchionna.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Palladinelli, Testa (43’ st Giona), Florese, Frioni (1’ st Minnucci), Taddeo, Lombardi, Faliero, Iozzi, Mastrantoni Di., Movila, Reali. A disposizione: Cantarelli, Mastrantoni Da., Sili, Marcoccia, Fabrizi. Allenatore: Damiano Valenti.
Arbitro: Sebastian Petrov di Roma 1.
Assistenti: Michele Di Mambro di Cassino e Gerardo Ventre di Cassino.
Marcatori: 9’ pt Compierchio (G), 11’ st Mazza (G), 15’ st Movila (M).
Note: ammoniti: Florese (M), Mastrantoni Di. (M) e Reali. 

Altro ko per il Città Monte San Giovanni Campano. 
Nel turno odierno i giallo-azzurri sono caduti (2-1) a Gaeta ed ora occupano il penultimo posto della graduatoria, con la zona salvezza distante ben 7 lunghezze! Nella volata finale che porterà al giro di boa e nel girone di ritorno bisognerà cambiare passo per risalire la china. Il nuovo allenatore che andrà a sostituire Daniele Cinelli dovrebbe essere annunciato domani per poi iniziare a preparare la difficile gara casalinga con il Cassino, in programma domenica prossima al “San Marco”, e soprattutto il prosieguo della stagione. Quest’oggi in panca è andato il tecnico della Juniores Regionale, Damiano Valenti, che nel dopo gara ha spiegato: «Non meritavamo affatto la sconfitta! Siamo stati puniti da due episodi mentre da parte nostra siamo stati sfortunati in zona gol. Ho visto la squadra che ha provato e cercato di giocare sempre la palla e che nel computo totale avrebbe meritato quanto meno il pareggio. Mi complimento con i ragazzi per quello che hanno saputo dare in campo…». La cronaca. Mister Valenti nell’undici iniziale inserisce i neo-arrivati Faliero e Movila al posto, rispettivamente, dello squalificato Fiorini e di Enrico Cirelli, ceduto in settimana al Città di Anagni. Al 3’, il tiro cross di Florese si perde di poco a fondo campo. Tre minuti dopo, azione da sinistra di Faliero, palla a Iozzi la cui conclusione finisce sopra la traversa. Al 9’, da un’incomprensione difensiva, il Gaeta si porta in vantaggio. Retropassaggio azzardato verso Palladinelli che prova il dribbling su Compierchio; palla persa e pallone in rete con la porta vuota. Al 25’, cross da sinistra di Reali per l’accorrente Movila la cui rovesciata si perde sopra la traversa. Al 40’, Faliero recupera la sfera e calcia di prima intenzione verso la porta difesa da De Deo che fa buona guardia e l’opportunità sfuma. Due minuti più tardi, sul traversone di Reali, Diego Mastrantoni (nella foto), in scivolata, supera il portiere proteso in uscita con la palla che si stampa sul palo e la nuova chance non si concretizza. Squadre al riposo con il Gaeta in vantaggio. Nella ripresa, al 4’, palla con il contagiri di Iozzi per Diego Mastrantoni a tu per tu con il portiere pontino; conclusione che non inquadra lo specchio della porta e la nuova possibilità per il pareggio viene vanificata. All’11’, la conclusione di Bosco deviata da un difensore ospite colpisce la traversa e torna sul terreno di gioco; il primo ad arrivare sulla sfera è Mazza che realizza il gol del raddoppio. Passano altri centoventi secondi e Testa crossa per Diego Mastrantoni che da buona posizione non riesce ad addomesticare la sfera e l’opportunità sfuma. Al 22’, palla di Iozzi per Diego Mastrantoni che trova Movila al limite dell’area di rigore; conclusione potente e precisa che termina la propria corsa all’incrocio dei pali. Due a uno e gara riaperta. Al 25’, il calcio piazzato di Iozzi dai trenta metri, destinato in rete, si stampa sulla traversa con il portiere che osserva immobile la sfera senza poter far nulla. Ancora una volta la dea bendata non dà una mano alla formazione monticiana che esce dal “Riciniello” con una sconfitta immeritata ma con la convinzione di poter risalire la china…