Eccellenza (19^ Giornata): Arce – Città Monte San Giovanni Campano 1-0. Tabellino e cronaca

Arce – Città Monte San Giovanni Campano 1-0
ARCE: Gori, Grillotti, Iacob, Pescosolido, Zazza, Padovani, Lembo (30’ st De Angelis), Veloccia, Spila, Ambrifi, Arduini (36’ st De Santis). A disposizione: Pocino, Tomassi, Cipriani, Tombolillo, Caprarola. Allenatore: Alessio Mizzoni.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Testa, Brahushaj, Cirelli M. (31’ st Cucchi), Silvestri, Terra (41’ st Reali), Mastrantoni, Tomassi L. (22’ st Massaro), Cirelli E., Caponera, Sbaraglia. A disposizione: Perna, Paglia, Cestra, Cianchetti. Allenatore: Angelo Bottoni.
Arbitro: Alessio Ciaccia di Tivoli.
Assistenti: Alessandro De Lorenzo di Latina e Fabrizio Almanza di Latina.
Marcatore: 29’ pt Padovani.
Note: ammoniti: Arduini (A), Iacob (A), Caponera (M), Brahushaj (M), Cirelli M. (M), Mastrantoni (M), Terra (M) e Testa (M).

Trasferta amara per il Città Monte San Giovanni Campano in casa dell’Arce. Al “De Santis” i padroni di casa si impongono per una rete a zero con gli ospiti che devono recriminare molto con se stessi, con l’arbitro e con la fortuna che non assiste da tempo i giallo-azzurri dei presidenti Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi. Un ko difficile da digerire, per come è maturato, al cospetto di una diretta concorrente per la salvezza. Monte al completo con mister Angelo Bottoni che si affida al solito quartetto difensivo; a centrocampo spazio per Lorenzo Tomassi (un ex), Michele Cirelli, Caponera e Sbaraglia; Mastrantoni in appoggio ad Enrico Cirelli, punta centrale. Un Monte a trazione anteriore deciso a giocarsi le proprie opportunità di vittoria al cospetto di un avversario alla portata che deve rinunciare in avvio agli squalificati Lillo e Corsetti. La cronaca. Al 10’, sul calcio piazzato battuto da Caponera, Terra finisce giù in area di rigore dopo un contatto evidente con Iacob; il signor Ciaccia lascia correre tra le proteste dei calciatori monticiani. Due minuti dopo, sul lungo rilancio di Lisi, Enrico Cirelli prolunga per Sbaraglia che restituisce la sfera al numero nove ospite; destro poco incisivo che non crea problemi all’estremo difensore Gori. Al 22’, altra palla gol per il Monte. Sbaraglia salta in dribbling due calciatori di casa prima di servire una palla d’oro a Caponera il cui pallonetto si perde a fondo campo. Come spesso capita nel calcio per una legge non scritta: gol mancato gol subìto! Al 29’, il tiro da fermo di Iacob viene respinto da Lisi, palla a Padovani che, lasciato colpevolmente solo, deposita la sfera alle spalle del numero uno monticiano. Al 40’, l’Arce non sfrutta nel migliore dei modi una pericolosa ripartenza orchestrata da Veloccia, Spila ed Arduini mancando il gol del raddoppio. Squadre al riposo con i padroni di casa avanti di un gol.
Nel secondo tempo gli ospiti prendono in mano le redini del gioco e soltanto per sfortuna ed imprecisione in zona gol non riescono a riequilibrare un risultato a dir poco bugiardo. Al 6’, cross insidioso di Caponera (nella foto) per Enrico Cirelli che viene strattonato all’interno dell’area di rigore da Zazza; il direttore di gara ancora una volta lascia correre non assegnando il penalty alla formazione ospite. Al 15’, anche la dea bendata volta le spalle ai ragazzi di mister Angelo Bottoni sul calcio piazzato di Silvestri: la palla si stampa sul palo a portiere battuto. Nell’ultima mezz’ora il Monte prova il forcing decisivo senza riuscire a trovare l’uno a uno. Fa il suo esordio il centrocampista Cucchi che sicuramente sarà molto utile in questa seconda parte della stagione. In pieno recupero, al 47’, Enrico Cirelli fallisce la chance del pareggio calciando sopra la traversa. Finisce uno a zero per l’Arce e domenica prossima i monticiani riceveranno al “San Marco” la visita del Cassino di mister Ezio Castellucci.