Eccellenza (26^ giornata): Arce – Città Monte San Giovanni Campano 2-2. Tabellino e cronaca.

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

ARCE – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 2-2
ARCE: Del Duca, Iacob, Gentile, Pommella, Zazza, De Angelis, Lembo, Lillo, Spila, Buonanno (31’ st Cardazzi), Veloccia (16’ st Di Stefano). A disposizione: Gori, Guglietta, Gennari, Pellegrini, Courrier. Allenatore: Alessio Mizzoni. 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Testa, Florese, Taddeo, Lombardi, Terra, Frioni, Iozzi, Picozzi (29’ st Incoronato), Mastrantoni Di., Sili. A disposizione: Palladinelli, Verrelli, Faliero, Mastrantoni Da., Cirelli, Fiorini. Allenatore: Fabrizio Perrotti. 
Arbitro: Alessio Ciaccia di Tivoli. 
Assistenti: Edoardo Salvatori di Tivoli e Pasquale D’Albore di Roma 2. 
Marcatori: 20’ pt Mastrantoni Di. (M), 13’ st Sili (M), 22’ st Spila (A) (rigore), 34’ st autorete di Lombardi (A). 
Note: espulsi al 38’ st Pommella (A) e Incoronato (M) per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Zazza (A), Spila (A), Veloccia (A), Taddeo (M) e Lombardi (M). Recupero: 3’ st. 

Un Città Monte San Giovanni Campano masochista getta al vento un successo d’oro! Ma nulla è compromesso… 
Nella trasferta di Arce, in vantaggio per due reti a zero sino a 23’ dal termine, i giallo-azzurri si sono fatti rimontare perdendo due punti preziosi nella corsa ai play out! A dire il vero, oltre ai demeriti propri, i monticiani hanno dovuto fare i conti con un direttore di gara scadente che ha rimesso in gara gli arcesi assegnandogli un penalty inesistente! Nonostante questo pareggio abbia il sapore di una mezza sconfitta va detto che il Monte ha ancora il destino nelle proprie mani; vincendo mercoledì il recupero con l’Itri e domenica con l’Unipomezia il discorso salvezza tornerebbe ad essere concreto! La cronaca. Il primo tempo è tutto di marca ospite con fraseggi a centrocampo ed accelerazioni nella tre-quarti avversaria. L’Arce si limita a contenere la “furia” ospite affidandosi esclusivamente ad inutili lanci lunghi, facile preda di Terra e compagni. Al 10’, dagli sviluppi di un tiro da fermo, la sfera termina a Diego Mastrantoni la cui conclusione strozzata diventa un assist per Lombardi il cui destro da posizione ravvicinata viene respinto da De Luca; sulla sfera si avventa Frioni anticipato in angolo, al momento di battere a rete, dal pronto recupero di Zazza. Sulla bandierina si porta capitan Iozzi il cui cross viene deviato sopra la traversa da Terra. Due minuti dopo Diego Mastrantoni si libera della marcatura di De Angelis e conclude verso la porta avversaria con la sfera che viene deviata a fondo campo da Zazza. Il forcing dei monticiani viene premiato al 20’. Palla in verticale di Testa per Diego Mastrantoni che si infila tra i difensori centrali e con un perfetto tiro di destro batte Del Duca. I minuti restanti della prima frazione di gioco vengono amministrati in scioltezza dai ragazzi di mister Perrotti che tornano negli spogliatoi con un solo gol di vantaggio. 
Nella ripresa l’Arce torna in campo più determinato ma pur mantenendo un maggior possesso palla non crea pericoli alla porta difesa da Lisi. Al 13’, percussione micidiale di Florese sull’out di sinistra e palla all’accorrente Sili che a porta vuota realizza il gol del meritato zero a due. Vittoria in cassaforte? Così sembrerebbe ma al 22’ ci pensa il cervellotico Ciaccia di Tivoli a ridare forza all’Arce concedendogli un inesistente calcio di rigore, dagli sviluppi di un calcio d’angolo, per un fallo che vede soltanto lui… tant’è che in un primo momento tutti pensano ad un calcio piazzato per i monticiani per una carica sul portiere Lisi. Sul dischetto si presenta Spila che infila Lisi nonostante quest’ultimo intuisca l’angolo di tiro. L’Arce si getta in avanti alla ricerca dell’insperato pari, senza creare pericoli alla retroguardia ospite. Al 34’, dagli sviluppi di un calcio piazzato per l’Arce si accende una mischia in area monticiana e Lombardi nel tentativo di liberare l’area di rigore infila, di testa, la sfera clamorosamente alle spalle del portiere Lisi. Un due a due bugiardo che i monticiani provano a cambiare nei minuti successivi. Al 37’, Frioni serve Iozzi a tu per tu con Del Duca ma il sinistro del capitano trova la respinta del portiere arcese. Occasionissima sprecata dal Monte e risultato che non si schioda più dal definitivo due a due. Ora testa all’Itri!

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

Eccone alcune…

1_52.jpg



4_39.jpg



6_34.jpg