Eccellenza (30^ Giornata): Città di Minturnomarina – Città Monte San Giovanni Campano 0-3. Tabellino e cronaca

Città di Minturnomarina – Città Monte San Giovanni Campano 0-3
CITTÀ DI MINTURNOMARINA: Cenerelli D., Conte M., Fusciello, Neri (23’ st Saltarelli), Sica, Montana, Pernice, Signore, Conte A., Cenerelli S. (16’ st Viccarone), Scipione. A disposizione: Di Iorio, Veglia, Ruggieri, Mancini, Cantiello. Allenatore: Pernice. 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Tomassi, Sciucco, Cucchi (14’ st Paglia), Terra, Cirelli M., Sbaraglia, Reali, Cirelli E., Caponera (22’ st Mastrantoni), Bracaglia (41’ st Venditti). A disposizione: Perna, Brahushaj, Cestra, Marcoccia. Allenatore: Daniele Cinelli.
Arbitro: Alessandro Carella di Matera.
Assistenti: Massimo Di Maola di Cassino e Claudio Abbatecola di Cassino.
Marcatori: 45’ pt Caponera, 40’ st e 46’ st Mastrantoni.
Note: espulso al 27’ pt Cirelli E. (M) per doppia ammonizione. Ammoniti: Montana (Mi), Cenerelli S. (Mi), Neri (Mi) e Pernice (Mi).

Prestazione sontuosa da parte del Città Monte San Giovanni Campano in casa del Città di Minturnomarina. Nello scontro diretto giocato al “Caracciolo Carafa” i calciatori di mister Daniele Cinelli si impongono per tre reti a zero portandosi a + 4 sulla coppia Gaeta – Città Minturnomarina. Un margine di vantaggio importante da incrementare nelle ultime quattro gare da disputare! La cronaca. Al 5’, sul lungo rinvio di Lisi, Caponera prolunga per Enrico Cirelli che salta in dribbling Conte M.; il tiro cross dalla fascia sinistra non trova compagni di squadra pronti all’appuntamento con il gol. È il Monte a fare la partita con i padroni di casa che si difendono in maniera ordinata senza proporsi in avanti. Al 14’, un calcio piazzato di Reali si perde di un soffio sopra la traversa. Al 27’, l’episodio che di fatto può cambiare le sorti del match indirizzandolo dalla parte dei padroni di casa. Gran palla in verticale di Cucchi per Enrico Cirelli che entrato in area di rigore viene messo giù in maniera chiara da Sica; il cervellotico Carella di Matera opta per la simulazione ammonendo in numero 9 di casa. Essendo il secondo giallo, Enrico Cirelli finisce anzitempo sotto la doccia lasciando i monticiani in inferiorità numerica! Nonostante l’uomo in meno gli ospiti dimostrano di essere superiori all’avversario di turno e continuano a proporsi costantemente in avanti. Al 33’, cross di Tomassi dalla corsia di destra per Sbaraglia che stoppa la sfera per l’accorrente Cucchi; sinistro di prima intenzione di poco fuori. Quattro minuti dopo Sbaraglia innesca in velocità Caponera la cui conclusione in corsa si perde sopra la traversa. Al 41’, traversone di Neri per Conte M. che, entrato in area di rigore, viene anticipato dal ritorno di Tomassi al momento di battere a rete. Al 43’, scambio in velocità tra Sbaraglia e Bracaglia che calcia verso la porta avversaria disinteressandosi di servire il liberissimo Reali a centro area. Allo scadere il Monte si porta meritatamente in vantaggio. Dribbling di Caponera su Fusciello e palla a centro area che colpisce il piede di Conte M. e finisce la propria corsa alle spalle del proprio portiere di casa. Squadre che tornano negli spogliatoi con i giallo-azzurri avanti di un gol. Nel secondo tempo gli ospiti tornano in campo concentrati, mantenendo il pallino di gioco senza sbavature. All’8’, Pernice va via in contropiede ed entrato in area di rigore non trova compagni di squadra pronti a finalizzare l’interessante iniziativa. Al 18’, nel giro di trenta secondi, i monticiani vanno vicini al gol del raddoppio in due occasioni. La prima con la conclusione di Caponera che Cenerelli D. respinge di pugno e sul prosieguo è Reali a chiamare di nuovo il numero uno pontino alla difficile deviazione in corner. Al 28’, scatto di Michele Cirelli e conclusione sopra la traversa con Mastrantoni smarcato a centro area. Il gol del raddoppio è nell’aria ed al 40’ si concretizza. Angolo di Reali per Diego Mastrantoni (nella foto) che infila il portiere di casa con un perfetto tiro angolato. Allo scadere (46’) di nuovo Mastrantoni sfrutta un perfetto contropiede per realizzare la rete del definitivo zero a tre. Ora testa al Colleferro; in caso di ulteriore successo la salvezza sarebbe quasi assicurata…