Eccellenza (34^ giornata): Aprilia – Città Monte San Giovanni Campano 1-0. Tabellino e cronaca.

APRILIA – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 1-0
APRILIA: Caruso, Montella, Bencivenga, Fortunato, Incitti (16’ st Monteforte), Sossai, Zeccolella (32’ st Tshimanga), Cioè, Bussi, Casimirri (43’ st Bispuri), Scibilia. A disposizione: Marinangeli, Ranucci, Blasi, Benvenuti. Allenatore: Mauro Venturi.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Testa (4’ st Mastrantoni Da.), Lombardi, Frioni, Taddeo, Terra, Sili, Iozzi, Incoronato, Mastrantoni Di. (44’ pt Fiorini), Reali. A disposizione: Cantarelli, Verrelli, Capogna, Compagnone, Faliero. Allenatore: Fabrizio Perrotti.
Arbitro: Maurizio Barbiero di Campobasso.
Assistenti: Fabrizio Caprari di Roma 1 e Mirko Gizzi di Ciampino.
Marcatore: 26’ st Bussi (rigore).
Note: ammoniti: Caruso (A), Sossai (A), Zeccolella (A), Cioè (A), Scibilia (A), Lisi (M) e Testa (M).

Si chiude ad Aprilia il campionato di Eccellenza per il Città Monte San Giovanni Campano. 
L’uno a zero è amaro per i calciatori monticiani tenendo conto che con un pareggio si sarebbero assicurati lo spareggio con il Gaeta per accedere ai play out. Per quel che ha messo in mostra soprattutto negli ultimi due mesi ed anche quest’oggi ad Aprilia, il team monticiano avrebbe meritato di giocarsi la permanenza nel massimo campionato regionale quantomeno ai play out. Così non è stato ed il mesto ritorno nella serie inferiore si spera possa essere il trampolino di lancio verso il ritorno in una categoria che già in passato i presidenti Sigismondi e Mastrantoni hanno dimostrato di meritare! Anche ad Aprilia, per l’ennesima volta in questa stagione, i giallo-azzurri, soprattutto nel corso della prima frazione di gioco, hanno creato e non sfruttato alcune nitide palle gol. Il problema di concretizzare la mole di gioco espressa in campo è risultato una costante nel corso dell’annata 2016-2017 e nel calcio, si sa, se non butti la palla in rete non vinci! La cronaca. In avvio di gara, mister Fabrizio Perrotti si affida al 3-5-2 con Lombardi, Taddeo e Terra sulla linea difensiva; Testa, Iozzi, Frioni, Sili e Reali nella zona nevralgica del campo; Diego Mastrantoni ed Incoronato di punta. Il tempo di sistemarci in tribuna ed il Monte costruisce e non concretizza una clamorosa palla gol. Incoronato, da solo davanti a Caruso, invece di calciare in porta prova a saltare il portiere pontino che gli sradica la sfera dai piedi! Una colossale occasione non sfruttata che di fatto avrebbe indirizzato il match dalla parte dei monticiani. Al 24’, sul tiro da fero di Iozzi, da posizione laterale, Diego Mastrantoni con un perentorio colpo di testa chiama il numero 1 di casa alla deviazione in angolo. Nel finale di primo tempo (al 40’) Iozzi innesca in velocità Diego Mastrantoni che non riesce a sfruttare una buona occasione. Prima dello scadere della prima frazione di gioco lo stesso Diego Mastrantoni è costretto a chiedere il cambio per un problema al ginocchio ed al suo posto entra sul terreno di gioco Fiorini. Primo tempo che si chiude sul risultato di parità che, visto lo svantaggio del Gaeta, avrebbe consentito ai monticiani di accedere allo spareggio per l’accesso ai play out. Con il vantaggio dell’Artena sul Roccasecca, di contro, all’Aprilia il pareggio non sarebbe servito a nulla! Nel secondo tempo sul rettangolo di gioco torna un’Aprilia decisa a conquistare i 3 punti necessari per accedere ai play off. Al 4’, anche Testa è costretto a chiedere il cambio per infortunio ed al suo posto viene schierato il giovane classe 1999 Davide Mastrantoni. Al 26’, l’Aprilia trova il gol vittoria grazie ad un calcio di rigore letteralmente inventato dal mediocre direttore di gara. L’estremo difensore Lisi, dopo aver recuperato la sfera in presa aerea, nel ricadere a terra colpisce sullo slancio, in maniera fortuita, Bussi inducendo il cervellotico Barbiero di Campobasso a concedere il penalty. Dal dischetto lo stesso Bussi realizza il gol del vantaggio. Al 37’, Frioni, dall’interno dell’area piccola, non riesce a coordinarsi nella maniera giusta ed il tiro al volo di sinistro finisce alle stelle. Nei minuti conclusivi del match, con gli ospiti sbilanciati in avanti alla ricerca del gol del pareggio, l’Aprilia non concretizza interessanti ripartenze. Il triplice fischio del direttore di gara molisano sancisce l’accesso ai play off dell’Aprilia e condanna il Monte alla retrocessione in Promozione! L’auspicio è di rivedere presto nel massimo campionato regionale il team monticiano…