Eccellenza (6^ giornata): Formia 1905 – Città Monte San Giovanni Campano 3-2. Tabellino e cronaca

FORMIA 1905 – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 3-2
FORMIA 1905: Scognamiglio, Cardinale, Senzio (10’ st Centra), Volpe, Vitale, Castiglione (21’ st Di Florio), Carfora, Leccese, Zaccaro, Maggino, Sellitti (14’ st Cavezza). A disposizione: Damiano, Scariati, Romaniello, Esposito. Allenatore: Rosolino.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Nardozzi, Testa, Reali, Frioni (18’ pt Cirelli E.), Lombardi, Taddeo, Noce (22’ st Verrelli), Mastrantoni Da., Mastrantoni Di., Minnucci (26’ st Cellupica), Cirelli M. A disposizione: Palladinelli, Fiorini, Ancora, Florese. Allenatore: Daniele Cinelli.
Arbitro: Marco Ferrara di Roma 2.
Assistenti: Domenico Franchitto di Cassino e Graziano Forte di Cassino.
Marcatori: 39’ pt Maggino (F), 45’ pt Mastrantoni Di. (M), 4’ st Cirelli E. (M), 24’ st Zaccaro (F), 39’ st Maggino (F).      
Note: ammoniti: Volpe (F), Castiglione (F), Di Florio (F), Lombardi (M), Reali (M), Cirelli M. (M), Taddeo (M) e Cirelli E. 

In vantaggio sino a venti minuti dal novantesimo, il Città Monte San Giovanni Campano si fa raggiungere e superare da un Formia 1905 non irresistibile. Rispetto alle precedenti sconfitte, arrivate per sfortuna, quella di oggi si è concretizzata per mancanza di concentrazione nei momenti topici del match. In una categoria impegnativa qual è l’Eccellenza non sono ammesse amnesie se si vogliono evitare batoste come quella odierna. Regalare agli avversari due giocatori di livello come Iozzi e Florese, per infortunio, non è poco ma regalare al Formia 1905 una gara saldamente in mano è difficile da spiegare. Il successo sembrava ormai alla portata degli uomini di mister Daniele Cinelli quando un improvviso blackout ha permesso ai padroni di casa di recuperare e vincere una gara incredibile. La cronaca. Primo tempo equilibrato con poche emozioni e tanto agonismo in mezzo al campo. Al 23’, il direttore di gara, Ferrara di Roma 2, negava un calcio di rigore solare ai monticiani per fallo evidente di Vitale su Diego Mastrantoni. Nel finale della prima frazione di gioco, il match entrava nel vivo. Al 39’, Maggino portava i suoi in vantaggio. Scambio in velocità tra il numero 10 e Zaccaro, palla di nuovo a Maggino che infilava Nardozzi sul primo palo. Sei minuti dopo, in prossimità del fischio finale del primo tempo, Diego Mastrantoni ristabiliva la parità. Su un calcio piazzato, Michele Cirelli pennellava un pallone per Diego Mastrantoni, appostato sul secondo palo, il cui colpo di testa veniva respinto da Scognamiglio; nulla poteva il numero uno di casa sul tap-in successivo. Squadre al riposo sul risultato di parità. Nella ripresa, dopo appena 4’ il Monte passava in vantaggio. Azione e cross perfetti di Reali per Enrico Cirelli che con un tocco sottomisura consentiva ai suoi di portarsi sull’1-2. Al 16’ ed al 21’ Diego Mastrantoni aveva tra i piedi i palloni del ko che falliva da posizione invitante. Al 24’, sulla conclusione non irresistibile di Zaccaro, Nardozzi veniva beffato dalla sfera con il Formia che si ritrovava immeritatamente sul risultato di parità. Al 39’, si concretizzava addirittura la rete del successo da parte del Formia 1905 con il tocco vincente di Maggino in mischia. Per quanto ci riguarda è sempre valida la teoria di mister Cinelli che basa il proprio credo sul lavoro quotidiano per recuperare terreno in classifica. Mercoledì è in programma l’andata dei sedicesimi di finale di Coppa Italia in casa del Morolo mentre domenica, al “San Marco”, arriverà il Roccasecca T.S.T. nel primo, importante, scontro diretto in campionato.