Il Città Monte San Giovanni Campano torna in Eccellenza dopo tre anni

Dopo tre stagioni in Purgatorio, il Città Monte San Giovanni torna in Paradiso.
Con il comunicato 337 del 12 giugno 2020, il CRLazio ha stilato le classifiche finali dei vari tornei di competenza ufficializzando il primo posto finale dei monticiani. I giallo-azzurri, come era ampiamente scontato, con il primo posto in classifica occupato al momento della sospensione accedono nel massimo campionato regionale.

Una gioia immensa, quanto meritata, per i presidenti Sandro Sigismondi, Giovanni Mastrantoni e Marco Abballe che in avvio di stagione avevano costruito una squadra di spessore, in accordo con il vincente tecnico Angelo Bottoni e con il diesse Ernesto Terra. Mister Bottoni non è nuovo a queste imprese e con la solita competenza ha saputo scegliere gli uomini giusti per il posto giusto, cavalcando l’onda di un’annata indimenticabile…

Ora che l’Eccellenza non è più un sogno ma una splendida realtà si dovranno gettare le basi per un 2020-2021 in linea con gli obiettivi societari.

Di seguito riportiamo alcune divertenti dichiarazioni dei calciatori giallo-azzurri, raccolte sulle pagine Facebook.
Esperienza e umiltà al servizio della squadra. È questo in sintesi l’eccezionale Stefano Fumagalli che ha dichiarato: «Finalmente è arrivata l’ufficialità.... Il Città Monte San Giovanni Campano vince il campionato di promozione...a 39 anni (ancora da compiere) mi sono tolto un’altra grande soddisfazione… Certo non è come vincere all’ultima giornata... non si può festeggiare come si dovrebbe.... ma questo campionato me lo prendo tutto... Partiti a fine luglio abbiamo sudato, abbiamo lottato, abbiamo rincorso un sogno... il NOSTRO sogno!!! Contro tutto e tutti... non ci consideravano, ci davano casualmente capolista, stavano aspettando un passo falso... purtroppo quelli che parlavano così non sapevano che a noi ci caricavano a molle... una bomba che stava per esplodere e alla fine li abbiamo zittiti!!! Mi chiedo solo una cosa… Come si poteva mettere in dubbio una squadra come la nostra che ha perso soltanto 2 partite? Come si può dichiarare pubblicamente di vincere facilmente un campionato quando hai un avversario come il Monte San Giovanni Campano? Spero che troverete delle risposte… intanto io festeggio davanti ad una boccia di vino bianco e dico grazie soprattutto a chi diceva che Fumagalli era finito e che non poteva vincere in Promozione... GRAZIE!!! P.S. dedico la Vittoria alla mia mamma, al mio papà (mi mancate troppo)... alla mia stupenda famiglia ed al mio amico ferro che oggi ho salutato per l'ultima volta”».

Il portafortuna Michele Settanni si è voluto togliere, giustamente, qualche sassolino dalla scarpa: «Brutto, sporco, grasso e FINITO. Dopo 10 anni ancora là, ancora PRIMO. La Lucca 2009; Città Monte San Giovanni Campano 2019». 

Ha macinato chilometri in mezzo al campo ed alla fine Alessio Fortini ha avuto ragione, mettendo in bacheca un altro prestigioso titolo: «È stato un anno particolare..un anno strano… Un anno intenso. Un anno pieno di emozioni e finito quando ancora bisognava giocare tante partite, bloccato da qualcosa più grande di noi che nessuno si aspettava potesse accadere.... Ieri hanno preso una decisione... Il Monte San Giovanni ha vinto il campionato.... E noi ce lo prendiamo tutto… ce lo prendiamo perché lo abbiamo meritato, perché siamo una squadra di amici. Di fratelli. Una seconda famiglia, brutta da vedere ma tremendamente fastidiosa da battere... E per questo ora è giusto festeggiare… e premiare i sacrifici fatti da ognuno... P.S. mi sembra giusto fare i complimenti anche al Ferentino Calcio per il suo splendido campionato, una squadra forte dove ho qualche fratello... Adesso però Michele Settanni organizza una festa degna di questo splendido capolavoro che abbiamo fatto... Vi voglio bene animali».

Sintetico ma preciso il commento dello straordinario Sandro Carfora: «E niente il 4 vinto!!! Voi chiacchierate e io GODO…».

Manuel Virgili, che di fatto ha realizzato il gol più importante della stagione nello scontro diretto contro il Ferentino, ha dichiarato: «Nel calcio conta il risultato... contano i fatti... 2 sole sconfitte, 52 gol fatti e 18 subìti, scontri diretti VINTI... e chi doveva vincere? Abbiamo dimostrato che non è importante solo essere belli da vedere ma che ci vuole anche altro e noi avevamo tutto… UOMINI... ma soprattutto anche una grande SOCIETÁ che non vedeva l’ora arrivasse la domenica per vederci sputare sangue per la maglia del Città Monte San Giovanni Campano. Grande staff, composto da persone speciali e professionali… un grazie ai ragazzi del studio terapeutico “Kinesis” che ci permettevano di stare in campo anche con le “ossa rotte”. Un saluto a chi gufa, siete stati anche voi la mia forza, uno stimolo in più, cercate di non mancare mai... P.S...e sono 5 vittorie… Eccellenza».

Il difensore centrale Roberto Silvestri, straordinaria la sua stagione, insieme a Fumagalli ha dato vita alla coppia centrale più forte dell’intero girone D del campionato di Promozione con appena 18 gol subìti. Con la solita simpatia e goliardia, senza tralasciare la realtà, ha spiegato: «Stagione 2009: La Lucca (frazione di Monte San Giovanni Campano) vince il campionato di Promozione e vola in Eccellenza…IO C’ERO! Stagione 2015: Colli (frazione di Monte San Giovanni Campano) vince il campionato di Promozione e vola in Eccellenza… IO C’ERO! Stagione 2017: Anitrella (frazione di Monte San Giovanni Campano) arriva seconda nel campionato di Prima Categoria e vola in Promozione… IO C’ERO! Stagione 2019: Monte San Giovanni Campano vince il campionato di Promozione e vola in Eccellenza… IO C’ERO! Non per fare polemica, ma non sarebbe ora che il Sindaco mi desse il reddito di cittadinanza a Monte San Giovanni Campano? Storia di un semplice Barista di periferia»… storia di un grandissimo giocatore!!!

                                                                                    ________________________________

Il presidente Sandro Sigismondi.jpg
Il presidente Sandro Sigismondi


Il presidente Giovanni Mastrantoni.jpg
Il presidente Giovanni Mastrantoni


Marco Abballe.jpg
Il presidente Marco Abballe


Bottoni.jpg
Mister Angelo Bottoni


Terra Ernesto, diesse.jpg
Il direttore sportivo Ernesto Terra