Il direttore generale giallo-azzurro, Marco Sorgi, tra certezze ed aspettative

La campagna acquisti portata a termine dal Città Monte San Giovanni Campano ha avuto nel direttore generale Marco Sorgi (nella foto) il suo massimo protagonista. In accordo con mister Angelo Bottoni è riuscito ad ingaggiare calciatori di qualità in ogni reparto tenendo bene a mente il budget massimo che la società gli aveva messo a disposizione. Acquisti mirati per una squadra che punta a mantenere la categoria senza grossi patemi d’animo. Lo stesso Sorgi ha spiegato che «negli ultimi sette anni quello attuale è il miglior attacco di sempre, adatto a questi tipi di campionati! Rispetto al passato è un gran passo avanti che, sono certo, ci consentirà di conquistare punti ovunque. Le premesse per far bene ci sono tutte, ora spetterà al campo dire se abbiamo scelto nel modo giusto». Direttore, l’importanza degli età di lega in un campionato del genere? «I giovani in età di lega rappresentano l’ago della bilancia che se positivi la fanno pendere in un certo modo, se negativi nell’altro… Sono fondamentali soprattutto i ragazzi nati nel 1998 e pertanto con la Juniores che abbiamo allestito in accordo con mister Damiano Valenti non dovremmo avere problemi in tal senso. Il fatto di aver organizzato una Juniores abbastanza competitiva ci consentirà di attingere diversi calciatori nel corso dell’anno. Le regole sugli età di lega sono penalizzanti per le squadre ciociare rispetto a quelle romane che hanno la possibilità di scegliere giovani calciatori in un bacino di utenza differente rispetto al nostro. Dovendo fare di necessità virtù punteremo molto sulla formazione Juniores, impegnata nel campionato regionale di categoria». Il suo pensiero si è poi spostato sulla preparazione pre-campionato: «La preparazione è stata svolta nel segno della serietà, dell’umiltà e della compattezza… Era dai tempi di mister Daniele Cinelli che non si notava un atteggiamento del genere! Dopo anni di difficoltà speriamo di aver indovinato gli uomini ancor prima che i calciatori. Finora le risposte dei ragazzi sono state positive… Devono continuare su questa strada per i presidenti Mastrantoni e Sigismondi  che hanno fatto grossi sacrifici per allestire la squadra». Parole di elogio e di stima per mister Angelo Bottoni che merita in pieno: «Auguro all’amico Angelo Bottoni una grande stagione con l’auspicio che possa rimanere con noi per diverse stagioni. Si tratta di una persona seria e competente i cui risultati ottenuti finora parlano a suo favore». Il direttore Sorgi chiude il proprio intervento soffermandosi su altri due aspetti fondamentali: «A nome mio e della società ringrazio Riccardo D’Orazio, Luigi Cinelli, Domenico Casagrande e Domenico Buttarazzi che insieme a me lavorano dietro le quinte instancabilmente. Infine, ma non ultimo, confido in una maggiore affluenza dei tifosi allo stadio “San Marco”, come aggregazione e conoscenza per il bene del mondo sociale».