Il direttore generale, Marco Sorgi, chiede il cambio di atteggiamento ai calciatori della prima squadra

I risultati della prima squadra stentano ad arrivare ed il direttore generale del Città Monte San Giovanni Campano, Marco Sorgi (nella foto), non è riuscito a trattenere la propria delusione! Il suo rammarico, risultati compresi, va ricercato soprattutto nelle prestazioni dei calciatori, spesso non in linea con le aspettative societarie. La zona play out non era stata affatto contemplata in avvio di stagione e nonostante i numerosi cambi effettuati nel mercato di riparazione e l’avvento di mister Daniele Cinelli sulla panchina giallo-azzurra, i risultati non ne vogliono sapere di arrivare! Questo il pensiero del direttore Sorgi: «Sono estremamente deluso dalle prestazioni dei calciatori e mi auguro che cambino atteggiamento nel finale di stagione per loro e per la società. Spero vivamente che le ultime undici giornate di campionato la squadra le interpreti come quella giocata e persa in casa con il Morolo… Giocando con quell’atteggiamento, con quella cattiveria nessun risultato ci sarà precluso. Dobbiamo cercare e trovare la continuità di prestazioni per ogni singolo elemento della rosa». Detto ciò, resta fiducioso nella salvezza del Monte? «Spero nel lavoro sinergico tra società, tecnico e giocatori al fine di conquistare la permanenza nel massimo campionato regionale! Nonostante la vittoria manchi ormai da diverse domeniche, conoscendo mister Daniele Cinelli sono fiducioso nella conquista della salvezza… Le possibilità di centrare l’obiettivo, direttamente o attraverso i play out, sono concrete purché le prestazioni dei singoli non risultino a corrente alternata». Senza trincerarsi dietro a nulla il suo discorso critico diventa ancor più circostanziato: «Una società seria qual è la nostra con i due presidenti, Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi, che fanno enormi sacrifici ogni anno, ha bisogno, a partire dalla prossima stagione, di una figura forte che possa essere presente costantemente durante gli allenamenti settimanali. La mia vuole essere un’autocritica costruttiva a fin di bene. Inoltre, ci auguriamo che si possa realizzare il terreno di gioco in erba sintetica, fondamentale per una categoria come l’Eccellenza».
Direttore, dalla compagine Juniores arrivano segnali positivi: cosa vuole dire a tal proposito? «La formazione di mister Damiano Valenti sta mettendo in campo ciò che la prima squadra non riesce a mettere con continuità; determinazione, voglia di vincere e unione di intenti! Valenti ha creato un gruppo coeso ed un’organizzazione di gioco da fare invidia a diversi club di categoria superiore. Complimenti al tecnico ed ai giocatori». La prima squadra continua a lavorare per preparare la difficile gara casalinga con l’Anzio mentre la Juniores sabato prossimo farà visita alla capolista San Michele…