Il pari in rimonta con il Roccasecca "costa" ai monticiani 3 giocatori in vista della sfida di Itri

Con maggiore attenzione nella fase difensiva e più cinismo in zona gol, il Città Monte San Giovanni Campano avrebbe potuto conquistare l’intera posta in palio con il Roccasecca T.S.T. 
Un pareggio raggiunto nel finale, grazie al penalty messo a segno da Enrico Cirelli al 91’, che quantomeno mantiene i monticiani a stretto contatto con i roccaseccani nella lotta per la salvezza. La prestazione di domenica scorsa, tenendo conto delle precedenti, non è stata eccezionale ma va detto che l’avversario di turno ha trovato il gol del vantaggio con la prima ed unica conclusione in porta, complice la difesa giallo-azzurra, di nuovo in vena di regali. Per il resto i padroni di casa hanno saputo tenere il campo con autorità e pur non brillando hanno creato e non concretizzato alcune nitide occasioni da gol. Il pareggio, seppur equo, sa di beffa per ciò che poteva essere e non è stato. Nel dopo gara abbiamo ascoltato il diesse Angelo Bottoni (nella foto a destra, con mister Daniele Cinelli, a sinistra, e con il presidente Sandro Sigismondi, al centro) chiedendogli un parere sul fatto che in attacco la squadra è poco cinica ed in difesa subisce gol evitabili, con una rosa di giocatori valida e competitiva: «La tua analisi è perfetta e mi trova d’accordo su tutto… Dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo per limare alcune disattenzioni e finalizzare la mole di gioco prodotta». 

Della sfida di domenica scorsa il lato negativo in assoluto è rappresentato dai cartellini rossi, subìti nel recupero e nel post-gara, che ancora una volta priveranno la formazione giallo-blu di ben tre elementi nella delicata sfida di domenica prossima ad Itri. Analizziamo i casi singolarmente per far comprendere come sono andate le cose. Il primo rosso (doppio giallo) è stato sventolato in faccia ad Enrico Cirelli subito dopo la trasformazione del calcio di rigore per qualche parolina di troppo ad un giocatore avversario. A fine gara, a mente fredda, Cirelli si è detto dispiaciuto dell’episodio accaduto ed ha chiesto scusa alla squadra ed alla società per l’ingenuità commessa. Per lui un turno di stop! Un minuto dopo, un’entrata da dietro di Diego Mastrantoni è stata punita con un altro rosso dal fiscale direttore di gara. Anche per lui un turno di stop e reparto avanzato tutto da inventare per mister Daniele Cinelli nel prossimo turno in programma. Infine, nel dopo gara, ci “pensava” Ivan Reali a complicare ulteriormente i piani dell’allenatore monticiano con qualche parolina di troppo alla terna arbitrale che gli costeranno ben due giornate di squalifica. Nel comunicato n° 97 del CRLazio del 19-10-2016 si evince che Ivan Reali è stato squalificato per due giornate “per avere rivolto alla terna arbitrale espressioni offensive a fine gara. (RAA)”. Ad Itri il Monte dovrà fare a meno di tre titolari e con una rosa di giocatori non proprio ampia sarà chiamato all’impresa per conquistare i tre punti in palio...