Juniores Regionale (15^ giornata): Sora – Città Monte San Giovanni Campano 8-2. Tabellino e cronaca.

SORA – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 8-2 
SORA: Cantarelli, Mammone, Ferrari A., Francazi, Seferi, Baldassarra, Sili, Ferrari L., Bruni, La Rocca, Ferri. A disposizione: Tuzi, Cicchini, Gismondi, Camastro, Valente, Luiso, De Carolis. Allenatore: Pasqualino Di Stefano. 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Iannucci, Testani, Stirpe, Quattrociocchi, Capogna, Fiorini, Cellupica, Mizzoni, Alviani, Cialone, De Vellis. A disposizione: Montoni, Paglia, Ferraccioli, Carlesi. Allenatore: Davide Recine. 
Arbitro: Daniele Di Bartolomeo di Cassino. 

Harakiri del Città Monte San Giovanni Campano in casa del Sora. 
Al “Tomei” la formazione ospite di mister Davide Recine incassa un sonoro otto a due che ha poche attenuanti! Ci sta di perdere una partita, anche in maniera netta, ma un passivo così pesante fa pensare in vista del girone di ritorno; i ragazzi sono chiamati a cambiare registro se non vorranno soffrire sino all’ultima giornata di campionato. Con la gara odierna va in archivio l’andata di un torneo impegnativo che ha visto i giallo-azzurri disimpegnarsi a corrente alternata; nella seconda parte della stagione servirà più continuità per evitare di farsi risucchiare nei piani bassi della classifica. Tornando alla sfida con il Sora è vero che i monticiani l’hanno affrontata senza ben otto giocatori, tra infortuni e squalifiche, e con un paio di elementi scesi in campo non nelle migliori condizioni fisiche ma incassare otto reti, quattro per tempo, senza opporre la minima resistenza non è dalla squadra di Recine! Senza dilungarci oltre, visto che il risultato parla da sé, lasciamo la parola ad un deluso mister Davide Recine (nella foto): «La sfida di Sora non ha avuto storia tant’è che il primo tempo si è chiuso sul punteggio di quattro a uno. Al 60’, sul 5-1, siamo rimasti addirittura in dieci non avendo cambi a disposizione! Siamo scesi in campo senza diversi elementi importanti e con alcuni giocatori non al meglio della condizione fisica ma sinceramente mi aspettato molto di più da alcuni calciatori, dal punto di vista del gioco e del comportamento! Così non è stato e martedì prenderemo insieme alla società seri provvedimenti perché il rispetto dei ruoli e l’educazione viene prima di tutto… Nel post-gara ho ribadito ai giocatori di rimanere uniti, scendendo in campo con grande umiltà». Sabato prossimo, nella prima giornata del girone di ritorno, i monticiani faranno visita al Mistral Città di Gaeta…