Juniores Regionale (25^ giornata): Aurora Vodice Sabaudia – Città Monte San Giovanni Campano 2-1. Tabellino e cronaca

Aurora Vodice SabaudiaCittà Monte San Giovanni Campano 2-1
AURORA VODICE SABAUDIA: Werder, Marchiotto, De Gennaro, Negri, Aquino, Frezza, Schettino (10’ st Gerardi), Imperi, Ceci, Biscardi, Campacci (40’ pt Mottupadda). A disposizione: Basnarix, Conforto, Pirani, Di Tommaso, Pascia.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Ciotoli, Vincenzi (18’ st Notargiacomo), Carinci, Paesano, Testani, Fiorini (10’ st Lanzi), Marcoccia, Venditti J. (18’ st Compagnone), Cestra, Cenciarelli, Venditti M. A disposizione: Coratti, Quattrociocchi, Fabrizi. Allenatore: Damiano Valenti.
Arbitro: Gianluca L’Erario di Formia.
Marcatori: 17’ pt Schettino (A), 17’ st Biscardi (A), 26’ st Lanzi (M).
Note: espulso al 17’ st Ciotoli (M) per frase blasfema. Ammoniti: Mottupadda (A) e Biscardi (A).

Di nuovo battuto, il Città Monte San Giovanni Campano deve guardarsi alle spalle con la zona play out distante appena quattro punti. A cinque giornate dal termine del campionato e con la fondamentale gara con il Tecchiena da recuperare, il margine non è da disprezzare ma guai ad abbassare la guardia nella volata conclusiva. Va detto che il due a uno subìto in casa dell’Aurora Vodice Sabaudia non rispecchia in pieno il gioco espresso in campo dalle due contendenti ma alla fine ciò che conta è il risultato e la posizione occupata in classifica. La formazione di mister Damiano Valenti ha le carte in regola per chiudere il campionato al di sopra del centro classifica e nel prossimo turno, in casa con il Casalvieri, i tre punti non dovranno sfuggire ai giallo-azzurri. La cronaca. Al 5’, sul calcio piazzato battuto da Matteo Venditti, l’estremo difensore Werder respinge corta la sfera e Cestra a porta vuota calcia incredibilmente alle stelle. Al 17’, i padroni di casa si portano in vantaggio. Palla in verticale di Biscardi per Schettino che si incunea in area di rigore e batte Ciotoli in uscita. In prossimità dello scadere della prima frazione di gioco il tecnico di casa è costretto a sostituire Campacci con Mottupadda per infortunio. In pieno recupero i monticiani trovano la via del pareggio con Jacopo Venditti ma il direttore di gara annulla il gol per una presunta posizione di fuorigioco. Squadre al riposo sul risultato di uno a zero.
Nel secondo tempo, mister Damiano Valenti prova qualche variante tattica nel tentativo di raggiungere il pareggio ma al 17’ arriva la doccia fredda. Ripartenza veloce della compagine pontina orchestrata da Ceci, palla a Biscardi che lascia partire un gran tiro con la sfera che si infila alle spalle del portiere ospite. Per rabbia e delusione il numero uno giallo-azzurro proferisce espressione blasfema e da regolamento il signor L’Erario di Formia non può far altro che mandarlo anzitempo sotto la doccia. Nonostante l’uomo in meno il Monte prova e riesce a riaprire la partita con Andrea Lanzi (nella foto) che al 26’ raccoglie una corta respinta del portiere Werder, sulla conclusione di Matteo Venditti, ed infila il pallone in rete. Il forcing finale della formazione ospite non produce i frutti sperati e la gara termina sul due a uno per i padroni di casa. Sabato prossimo, in casa con il Casalvieri, bisogna vincere per riprendere quota in classifica.