Juniores Regionale: mister Damiano Valenti si presenta ai nuovi tifosi monticiani

Mister Damiano Valenti (nella foto) ha abbracciato il progetto del Città di Monte San Giovanni Campano senza esitazioni! Tecnico vincente nell’ambito del settore giovanile da un paio di settimane ha iniziato la preparazione pre-campionato alla guida della Juniores Regionale monticiana. Un tecnico che ha lasciato un ottimo ricordo a Tecchiena, società con la quale, da calciatore prima e da dirigente poi, ha raccolto grosse soddisfazioni. Ora è pronto ad iniziare la nuova avventura nella società dei presidenti Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi che credono fortemente nella valorizzazione del parco giovani in modo da fare da serbatoio per la prima squadra, impegnata nel campionato di Eccellenza. Mister Valenti, ci spiega i motivi che l’hanno spinta ad accettare l’offerta monticiana? «Ho scelto Monte San Giovanni Campano per la serietà e l’organizzazione della società, per la gran voglia di fare calcio e per il fatto di aver creduto fortemente nel sottoscritto sin da subito». Un saluto alla sua ex squadra lo vuole fare? «Come potrei non ricordare con affetto i tifosi, i dirigenti e la gente di Tecchiena. A loro mi legano anni indimenticabili, da giocatore e da allenatore. Ricorderò per sempre l’esperienza vissuta con la società alatrense». Società ambiziosa e tecnico ambizioso: un bel binomio per poter far bene, è d’accordo? «A Monte San Giovanni Campano, come dicevo pocanzi, c’è voglia di fare calcio, in linea con il mio modo di intenderlo. Da parte mia c’è una gran voglia di rimettermi in gioco in una piazza importante con la prospettiva di crescere professionalmente e poi amo questo lavoro in maniera viscerale per cui, come sempre, darò tutto me stesso». Con quali obiettivi il Monte si presenterà al via della prossima stagione agonistica? «Da parte nostra l’obiettivo primario sarà quello di disputare un campionato dignitoso con lo scopo di far crescere i ragazzi ed inserirli gradualmente in prima squadra. Sappiamo che il campionato è impegnativo con realtà blasonate al via ma, pur rispettando qualsiasi avversario, non avremo paura di nessuno!». A chi si sente di dire grazie per il suo approdo nella società del Monte San Giovanni Campano? «In primis ai presidenti Mastrantoni e Sigismondi, al direttore generale Marco Sorgi, al tecnico della prima squadra, Angelo Bottoni, intenzionato ad organizzare una Juniores all’altezza della situazione, ed al segretario Luigi Cinelli. Indubbiamente, se hanno puntato su di me, hanno apprezzato il lavoro svolto dal sottoscritto negli anni passati». Che campionato sarà quello in cui vi cimenterete? «Il torneo Juniores Regionale si presenta alquanto insidioso quest’anno, ma faremo di tutto per dire la nostra nel corso della stagione. Mi sto adoperando per costruire una rosa di giocatori di 24 elementi in grado di garantirci le necessarie alternative a disposizione». Quanto è importante per una società avere un ottimo settore giovanile in ottica prima squadra? «Il settore giovanile non è importante ma fondamentale in ottica prima squadra! Purtroppo spesso le squadre minori vengono sottovalutate senza comprendere che un’ottima Juniores rappresenta un patrimonio inestimabile per la prima squadra. Sono del parere che bisogna credere di più nei giovani e tale politica è stata compresa in pieno da una società competente qual è quella del Città di Monte San Giovanni Campano».