Mister Fabrizio Perrotti: «Non meritavamo di perdere contro il Cassino...».

Contro la corazzata Cassino il Città Monte San Giovanni Campano si è arreso nel finale di gara. 
Novanta minuti interpretati nel modo giusto dal team giallo-azzurro, il cui risultato, ancora una volta, non è stato in linea con quanto messo in campo nel corso del match. Gli undici scesi in campo al cospetto della prima della classe hanno dato segni di vitalità e l’ultimo posto in classifica risulta ampiamente immeritato per il club monticiano. L’esordio assoluto di mister Fabrizio Perrotti (nella foto) sulla panchina giallo-azzurra è stato, risultato a parte, incoraggiante. Ora bisognerà iniziare a fare risultati per risalire una classifica che ha bisogno di punti! Le qualità ci sono tutte per poter invertire una tendenza negativa che va avanti da molto, troppo tempo! Quella con il Cassino, infatti, è stata la quinta sconfitta consecutiva, in un’annata disgraziata sotto diversi punti di vista… I calciatori monticiani, come ha spiegato mister Perrotti in sede di presentazione, «vanno recuperati dal punto di vista psicologico. Le basi per far bene ci sono tutte, non ci resta che lavorare instancabilmente giorno dopo giorno per risalire in una posizione di classifica consona al nostro potenziale». Lo stesso Perrotti nel dopo gara con il Cassino ha dichiarato: «C’è rammarico per aver incassato la sconfitta nel finale di gara contro una grande squadra… Certo, la buona prestazione offerta fa morale, siamo riusciti a tenere bene in campo e questo fa ben sperare in vista delle prossime gare in programma. La squadra non meritava di uscire dal terreno di gioco con una sconfitta ma il calcio è anche questo…». Mister, sul fronte mercato ci sono novità? «Ci stiamo muovendo in accordo con la società ed il direttore sportivo Angelo Bottoni per integrare l’attuale rosa di giocatori. La base di partenza non è affatto male ma va completata con innesti mirati. Non compreremo tanto per farlo ma scegliendo quei calciatori in grado di fare al nostro caso. Ci servono un paio di attaccanti e qualche giovane in età di lega». L’attuale posizione in classifica occupata dalla sua squadra la preoccupa? «Non è questo il momento di guardare la classifica per due motivi; il primo è che al termine della stagione mancano diverse giornate e poi perché c’è grande equilibrio tra le squadre e con un paio di vittorie si possono scalare diverse posizioni in classifica. Da parte nostra dovremo avere tanta pazienza e lavorare senza soluzione di continuità; così facendo i risultati arriveranno senza ombra di dubbio». La squadra è tornata al lavoro per preparare l’importantissima sfida salvezza in programma domenica mattina in casa del Morolo…