Monticiani a Monte San Biagio (ore 14:30) per una sfida d'alta quota...

Archiviato il doppio turno casalingo con un solo punto conquistato, per errori altrui più che per demeriti propri, il Città Monte San Giovanni Campano è pronto ad affrontare la capolista Monte San Biagio. 
La speranza è che non ci metta di nuovo lo zampino la giacchetta nera dopo le pessime performance offerte nelle ultime due gare disputate dai signori Davide Di Giuseppe di Frosinone e Gerardo Simone Caruso di Roma 1. Per la supersfida del decimo turno tra pontini e monticiani è stato designato il signor Giuseppe Scarpati di Formia che due domeniche fa non ha vissuto una giornata felice in Roccasecca T.S.T. – Almas Roma! Ci fermiamo qui, auspicando un pronto riscatto del fischietto di Formia… Per quanto riguarda il calcio giocato, quello che in ogni gara dovrebbe trionfare a prescindere da chi scende in campo e da chi arbitra, il Monte San Biagio non può essere considerata più una sorpresa tenendo conto dei 22 punti conquistati in nove gare disputate; non è da meno il Monte che di punti ne ha conquistati 16 e senza i torti subìti con Lenola e Tecchiena ora si sarebbe ritrovato a ridosso dalla vetta. Ma il campionato è lungo e come ha ribadito spesso mister Maurizio Promutico (nella foto): «La squadra è viva e pronta a giocarsela con tutti a viso aperto… Sarà così anche a Monte San Biagio, squadra che rispettiamo ma non temiamo! Dopo le ingiustizie subite con Lenola sono ancora più convinto che quest’anno disputeremo un grande campionato». In casa del Monte San Biagio il Monte si presenterà ancora incerottato a causa delle numerose assenze «ma chi scenderà in campo – ha proseguito mister Promutico – sono stra-convinto che non farà rimpiangere gli assenti…». Non faranno parte della lista dei convocati Florese, Fanella e Sili mentre Paglia, non ancora al 100%, partirà dalla panchina. Non è escluso che mister Promutico, per ovviare alle assenze, proponga qualche colpo a sorpresa in grado di mettere in difficoltà la prima della classe. L’impegno è difficile, come gli altri del resto, ma nulla è scontato in partenza; si parte da zero a zero, vedremo chi la spunterà al novantesimo!