Monticiani chiamati a vincere contro l'Arpino per rilanciarsi in classifica...

Nell’ultimo turno del girone di andata, il Città Monte San Giovanni Campano affronterà al “San Marco” l’Arpino. 
Si giocherà a partire dalle ore 14:30 e trattandosi di un derby la gara andrà affrontata con la massima attenzione e determinazione per evitare di andare incontro a spiacevoli epiloghi. I sedici punti di differenza vorranno pur dire qualcosa ma andranno dimostrati sul rettangolo di gioco con una prestazione sopra le righe che consegni alla classifica tre punti fondamentali per non perdere ulteriore terreno dal gruppo di testa e cancelli il brutto ko di domenica scorsa ad Itri! In questo momento i punti di ritardo dalla vetta della classifica sono otto e con il girone di ritorno ancora da disputare tutto può ancora succedere, compresa una rimonta alla portata del team giallo-azzurro…
Sul match in programma domani pomeriggio il presidente Sandro Sigismondi (a sinistra nella foto insieme al direttore generale Alessandro Coratti, in piedi, ed al presidente Giovanni Mastrantoni), nella consueta cena di fine anno (sulla quale torneremo ampiamente nei prossimi giorni), ha dichiarato: «Contro l’Arpino mi aspetto da tutti una grande reazione dopo il ko di Itri che non mi è andato proprio giù… La classifica è ancora tutta da scrivere ed i nostri calciatori sanno bene quale dovrà essere il nostro obiettivo da qui a fine stagione. Ne approfitto per augurare a tutti un sereno Natale ed un 2018 straordinario».  

Il direttore generale, Alessandro Coratti, prima di soffermarsi sulla sfida con i bianco-rossi arpinati è tornato sul match di Itri e sui colpi di mercato messi a segno: «Ad Itri è stato sbagliato l’approccio alla gara, da parte di tutti! Nel primo tempo non siamo scesi in campo venendo puniti dopo appena due minuti di gioco da un calcio rigore. Il penalty, con ogni probabilità, ci ha mandato in confusione e nei restanti minuti della prima frazione di gioco oltre a subire il gol del raddoppio non abbiamo effettuato nemmeno un tiro in porta. Non è da una squadra come la nostra avere questo atteggiamento in campo! Nella ripresa siamo rientrati in campo trasformati, con la giusta determinazione, e la reazione è stata tangibile. Per 35’ abbiamo messo alle corde l’Itri, costringendola sulla difensiva. Tale reazione ci ha consentito di accorciare le distanze ma qualche minuto dopo, le chance di rimonta sono svanite a causa del terzo gol arrivato su una presunta posizione di fuorigioco. I continui errori degli arbitri e degli assistenti di linea a nostro discapito non possono e non devono essere un alibi per il prosieguo della stagione. Nel mercato di riparazione abbiamo potenziato in maniera evidente la rosa a disposizione di mister Promutico tenendo conto che ogni singolo giocatore ingaggiato proviene dal campionato di Eccellenza. Bisogna ripartire dagli errori commessi domenica scorsa per non ripeterli e dall’ottimo secondo tempo… La nostra forza dovrà continuare ad essere quella del gruppo e non del singolo elemento; ogni giocatore dovrà supportare ed essere supportato dal compagno di squadra! Solo così potremo centrare l’obiettivo prefissato…». Sulla sfida con l’Arpino di mister Stefano Sperduti, Coratti ha proseguito: «Domani saremo attesi da una sfida insidiosa contro una squadra che di certo non ci farà sconti. La compagine bianco-rossa è quadrata e dinamica con diversi elementi in grado di fare la differenza. Pur essendo in lotta per la salvezza, l’Arpino meriterebbe ben altre posizioni in classifica. Con l’arrivo di mister Sperduti e di alcuni giocatori di valore sono convinto che risalirà la china. Sarà una vera e propria battaglia calcistica con le due squadre che si affronteranno a viso aperto; per quanto ci riguarda saremo obbligati a vincere. L’occasione mi è gradita per augurare, a titolo personale e di tutta la società monticiana che con onore rappresento, un Buon Natale ai nostri tifosi, alle altre società, alla Lega Nazionale Dilettanti, all’Associazione Italiana Arbitri ed al Coni». 

Rosa al completo per mister Promutico, eccezion fatta per il difensore Corrado, fermato per un turno dal giudice sportivo…