Nel turno infrasettimanale i giallo-azzurri potrebbero festeggiare la salvezza a Nettuno

Salvezza ormai ad un passo per il Città Monte San Giovanni Campano. Se i giallo-azzurri dovessero vincere a Nettuno ed il Gaeta non riuscisse a superare la capolista Città di Ciampino, la permanenza nel massimo campionato regionale diventerebbe realtà. I due risultati appena enunciati sono più che plausibili visto che il Nettuno è quasi certo della retrocessione in Promozione dopo il ko di Ciampino ed il Gaeta difficilmente riuscirà a battere la capolista cui serve un punto per festeggiare l’approdo in serie D. Combinandosi i due risultati i calciatori monticiani metterebbero la parola fine al discorso salvezza con 180’ di anticipo rispetto al termine della stagione. La volata conclusiva è stata lanciata e ai magnifici atleti monticiani non resta altro da fare che andarsi a prendere ciò che, viste le prestazioni precedenti, poteva essere conquistato ancor prima! Lo abbiamo detto e ribadito in varie circostanze che la rosa monticiana non ha nulla da invidiare a molte realtà del raggruppamento B del campionato di Eccellenza ed il centro classifica poteva essere la posizione giusta nel corso dell’intera annata calcistica. Senza guardarsi indietro e ripensare a ciò che non è stato bisogna conquistare Nettuno con un’altra prestazione di spessore! Mister Cinelli riavrà a disposizione l’attaccante Enrico Cirelli che ha scontato con il Colleferro il turno di squalifica che gli ha comminato il giudice sportivo dopo il rosso di Minturno. Con lui faranno parte della lista dei convocati anche il centrocampista Luca Caponera e l’attaccante Alessandro Bracaglia. Qualche arma in più a disposizione dei monticiani per scardinare la retroguardia del Nettuno. Con mister Daniele Cinelli abbiamo fatto il punto della situazione rispetto alla sfida di Nettuno: «Andiamo a Nettuno per vincere e conquistare l’agognata salvezza! Il merito della grande rimonta è dei calciatori che mi hanno sempre seguito sin dal primo giorno in cui mi ha chiamato la società. I successi si costruiscono attraverso l’impegno e la fatica e devo dire che da parte nostra queste caratteristiche non sono mai venute meno». Tornando al successo di domenica scorsa con il Colleferro non possiamo che elogiare la prova dei suoi ragazzi nonostante le numerose assenze: «Con diverse defezioni abbiamo disputato un’ottima partita raccogliendo l’intera posta in palio. Ho già detto in altri frangenti che la squadra si sta allenando bene e quando scende in campo riesce ad esprimere nel migliore dei modi quanto preparato negli allenamenti settimanali. Ora non ci resta che compiere lo sforzo decisivo in modo da vivere le ultime due giornate di campionato senza inutili patemi». Con il centrocampista Andrea Cucchi, tornato ad ottimi livelli, ci siamo soffermati sull'obiettivo salvezza quasi raggiunto. Cucchi, vincere a Nettuno vorrebbe dire con ogni probabilità staccare il biglietto della salvezza con due giornate di anticipo: come valuta questa sfida? «Visto come si sono messe le cose la salvezza sembra veramente ad un passo, tuttavia con 9 punti in ballo la matematica non ci permette ancora di festeggiare. Domani a Nettuno dobbiamo evitare cali di concentrazione e non sentirci già salvi, consapevoli che conquistando i 3 punti potremmo finalmente brindare alla salvezza con 2 giornate di anticipo. Abbiamo preparato la partita allo stesso modo delle ultime 4 o 5 gare; sappiamo di essere superiori al Nettuno per cui dipende solo da noi. Bisognerà dare da subito la giusta intensità ed una forte impronta alla gara, così facendo sono sicuro che faremo nostri i 3 punti in palio, sperando di festeggiare già da domani l'aritmetica salvezza». A dirigere la sfida sarà il signor Daniele Pozzi di Roma 1, coadiuvato dal signor Mirko Librale di Roma 2 e dal signor Andrea Maria Zuin di Roma 2. Ai presidenti Sandro Sigismondi e Giovanni Mastrantoni (nella foto) è ritornato il sorriso; ai calciatori monticiani il compito di regalargli un’altra grande soddisfazione.