Promozione (15^ giornata): Città Monte San Giovanni Campano – Real Cassino Colosseo 1-1. Tabellino e cronaca

CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – REAL CASSINO COLOSSEO 1-1 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Giustini, Testa (25’ st Corrado), Sciucco (25’ st Florese), Iozzi, Di Folco, Terra, Fiorini, Veloccia, Macciocca, Faliero (25’ st Saccoccia), Sili. A disposizione: Iannucci, Grossi, D’Avino, Fanella. Allenatore: Maurizio Promutico. 
REAL CASSINO COLOSSEO: D’Aguanno, Belforte, Kadar (23’ pt Catalano), Quintigliano C., Dragonetti, Conti, Marzocchella, Nardoianni, Ambrifi (25’ st Tomassi), Quintigliano M., Romairone (35’ st Risi). A disposizione: Viola, Brandi, Tomasso, Pontone. Allenatore: Claudio Nanni. 
Arbitro: Matteo Giudice di Frosinone. 
Assistenti: Luigi Orlando di Roma 2 e Paolo Cozzuto di Formia. 
Marcatori: 18’ pt Iozzi (M), 23’ st Ambrigi (C) (rigore). 
Note: ammoniti: Terra (M), Fiorini (M), Veloccia (M), Iozzi (M), Giustini (M), Romairone (C) e Quintigliano M. (C). 

Di nuovo pesantemente danneggiato da un arbitraggio scandaloso, il Città Monte San Giovanni Campano deve accontentarsi dell’uno a uno al cospetto del Real Cassino Colosseo. 
Il sorpasso in classifica non si concretizza anche se per quanto visto in campo i padroni di casa avrebbero meritato ben altro risultato. In avvio di gara mister Maurizio Promutico inserisce nell’undici iniziale il neo-acquisto Veloccia ed in coppia con Iozzi disputa una gara perfetta. La cronaca. Dopo un avvio equilibrato al 18’ i padroni di casa si portano in vantaggio. Azione in ripartenza di Sciucco per Macciocca, triangolo con Sili che innesca Faliero; palla sulla corsia laterale per Fiorini che serve l’accorrente Giacomo Iozzi (nella foto) il cui destro in diagonale supera l’incolpevole D’Aguanno. Per il Real Cassino Colosseo l’unico spunto degno di nota arriva al 33’ con il cross di Nardoianni per il colpo di testa di Quintialiano M. che termina di poco a fondo campo. Sono i monticiani a tenere in mano il pallino del gioco e a sprecare in diversi frangenti il colpo del ko. Al 42’, ripartenza da applausi dei padroni di casa con Macciocca che crossa per Faliero che non arriva di un nulla alla deviazione vincente. Allo scadere gran lancio di Iozzi per Faliero che a tu per tu con l’estremo difensore cassinate prova un inutile dribbling invece di calciare di prima intenzione e l’opportunità sfuma. Squadre al riposo con i padroni di casa avanti di un gol. Nel secondo tempo la musica non cambia con i monticiani che fanno la partita ed il Cassino che prova a contenere l’azione avversaria. All’8’, Ambrifi ci prova da fuori area con la sfera che si perde sopra la traversa. Monticiani arrembanti in avanti con gli uomini di mister Claudio Nanni che reggono l’urto rimanendo di fatto in partita. Al 23’, l’incredibile decisione del signor Matteo Giudice di Frosinone consente al Real Cassino di riequilibrare il match. Sul cross di Marzocchella dalla fascia destra la palla termina sulla mano di Testa, completamente aderente al corpo, ed il fischietto ciociaro concede, clamorosamente, il calcio di rigore! Sul dischetto si presenta Ambrifi che batte Giustini nonostante il numero 1 di casa avesse intercettato la conclusione del 9 ospite. Al 35’, sul corner battuto da Saccoccia, Fiorini conclude debolmente verso la porta difesa da D’Aguanno che non ha problemi a bloccare la sfera. Sul capovolgimento di fronte Marzocchella pesca in piena area di rigore Tomassi che calcia alle stelle. Nei minuti conclusivi l’assedio dei calciatori di casa non serve a trovare il gol vittoria. Al 40’, la conclusione di Fiorini da fuori area viene bloccata a terra da D’Aguanno e tre minuti dopo è Sili a provare il tiro dalla distanza deviato in corner dal portiere ospite. Nell’ultima azione appena descritta il direttore di gara non interviene sull’evidente fallo di Belforte su Saccoccia in piena area di rigore. Allo scadere un gran tiro di Iozzi, destinato all’incrocio dei pali, viene respinto in angolo da un intervento prodigioso dell’estremo D’Aguanno. Nel dopo gara il direttore generale monticiano, Alessandro Coratti, non ha utilizzato mezze parole nel descrivere l’arbitraggio dell’insufficiente Giudice di Frosinone: «Meritavamo ampiamente di vincere al cospetto di un Real Cassino Colosseo arrivato al “San Marco” per chiudersi e ripartire in contropiede. Ognuno ha il diritto di giocare come meglio crede ed i monticiani quest’oggi hanno dimostrato una grande bravura… Se non fosse stato regalato il calcio di rigore ai cassinati, adesso parleremmo di un altro risultato e di un’altra classifica. L’arbitro odierno non è stato all’altezza della situazione e purtroppo quest’anno non siamo proprio fortunati con i direttori di gara della sezione di Frosinone. Un arbitraggio che lascia l’amaro in bocca in virtù di quanto si è visto in campo! Il fischietto Ciociaro, oltre a regalare il penalty al Real Cassino, non è stato in grado di gestire la partita, corretta ma molto maschia; ha ammonito ingiustamente diversi nostri calciatori condizionandoli nel corso del match. L’A.S.D. Città Monte San Giovanni Campano, dopo gli ennesimi torti subiti, è fortemente preoccupata per il prosieguo della stagione e chiede il massimo rispetto agli organi competenti! Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico e quando si sbaglia solo e soltanto da una parte qualche dubbio di troppo viene». Domenica prossima i monticiani faranno visita all’Itri, in un altro big-match da affrontare come la sfida odierna…sperando in un arbitraggio equo!