Promozione (26^ giornata): Polisportiva Tecchiena – Città Monte San Giovanni Campano 1-3. Tabellino e cronaca

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

POLISPORTIVA TECCHIENA – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 1-3 
POLISPORTIVA TECCHIENA: Liberti, Rizzuto, Arrabito, Colasanti, Frezza, Frioni (43’ st Liamoni), Fontana (21’ st Campioni), Capogna (30’ st Mingarelli), Minnucci, Settanni, Paris. A disposizione: Gori, Mata, Dell’Orco, Morganti. Allenatore: Antonio Gaeta. 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Giustini, D’Avino, Florese, Fiorini, Di Folco, Saccoccia, Sili, Veloccia, Reali (47’ st Testani), Iozzi, Faliero (21’ st Sciucco). A disposizione: Montoni, Ferraccioli, Grossi, Cellupica, Testa. Allenatore: Maurizio Promutico. 
Arbitro: Luca Selvatici di Rovigo. 
Assistenti: Pasquale Picillo di Cassino e Michele Di Mambro di Cassino. 
Marcatori: 4’ pt Paris (T), 7’ pt Fiorini (M), 14’ st Reali (M), 41’ st Fiorini (M). 
Note: espulso al 39’ st Minnutti (T) per una gomitata a Sciucco (M). Ammoniti: Settanni (T), D’Avino (M) e Iozzi (M). Osservato un minuto di silenzio in ricordo del difensore della Fiorentina, Davide Astori, venuto a mancare domenica scorsa. 

Un Città Monte San Giovanni Campano travolgente batte per tre reti ad una la Polisportiva Tecchiena ed agguanta il terzo posto in classifica, a pari merito con il Real Cassino Colosseo.
La prova offerta dai monticiani in casa del pericolante Tecchiena è stata da grande squadra e nonostante l’iniziale svantaggio ha dominato la scena in lungo e in largo meritando i tre punti in palio. Per i padroni di casa un ko preventivabile alla vigilia ma da domenica prossima bisognerà voltare pagina, evitando di essere risucchiati nelle sabbie mobili della classifica. La cronaca. In avvio mister Promutico deve rinunciare agli infortunati Terra, Macciocca, Corrado, Fanella e Sementilli e nel reparto offensivo, accanto a Reali, schiera lo scatenato Iozzi. Mister Gaeta, di contro, nel riscaldamento perde Mata per infortunio ed in attacco si affida agli ex Minnucci e Settanni. Al 4’, Paris, approfittando di un errore difensivo dei monticiani che non applicano al meglio la trappola del fuorigioco, si presenta a tu per tu con Giustini e lo supera con un potente tiro in diagonale. Gli ospiti impiegano appena tre minuti per riportarsi in parità. Angolo di Iozzi e colpo di testa vincente di Fiorini che infila l’ex Liberti sul primo palo. Gli ospiti sono assoluti padroni del campo con il Tecchiena che non riesce a superare la propria metà campo. Al 14’, accelerazione di Saccoccia sulla corsia di sinistra ed assist per Sili che calcia a botta sicura trovando sulla sua strada l’eccellente Liberti pronto a sventare la minaccia. Al 20’, Veloccia fa tutto da solo e da fuori area calcia sopra la traversa. Al 28’, clamorosa svista del secondo assistente di linea, il signor Di Mambro di Cassino, che non segnala la posizione di fuorigioco di Settanni di almeno due metri; il numero 10 alatrense a tu per tu con Giustini si fa respingere la conclusione dall’estremo difensore ospite. Al 44’, sull’errore in disimpegno della difesa ospite Paris conquista la sfera e calcia verso la porta difesa da Giustini che respinge la conclusione; il tiro a seguire di Frioni viene bloccato a terra dal numero 1 ospite. Squadre al riposo sull’uno a uno. Nel secondo tempo, i giallo-azzurri tornano in campo decisi a portare a casa i tre punti in palio. Al 3’, il sinistro di Faliero da limite dell’area di rigore si perde a fondo campo. Al 14’, la conclusione di Iozzi viene respinta da Liberti che deve arrendersi al tocco vincente, ravvicinato, di Reali. L’uno a due non accontenta la compagine ospite alla ricerca del gol della sicurezza. Al 41’, ci pensa Fiorini a mettere al sicuro il risultato con un destro angolato che supera Liberti. Ora testa al Monte San Biagio senza un attimo di respiro…

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

Eccone alcune...

5.jpg
Le squadre durante il minuto di silenzio in ricordo di Davide Astori


12.jpg
Danilo Fiorini, autore di una splendida doppietta


7.jpg
Simone Reali viene festeggiato dopo il gol dell'1-2


9.jpg
La vera forza è il gruppo: chi è fuori per infortunio, Terra e Macciocca,
sostiene i compagni di squadra!