Promozione (6^ giornata): Città Monte San Giovanni Campano – Sora 0-0. Tabellino e cronaca

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – SORA 0-0 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Giustini, D’Avino, Fanella (49’ st Cellupica), Fiorini, Di Folco, Terra, Corrado, Grossi, Macciocca, Faliero, Sili. A disposizione: Liberti, Testa, Saccoccia, Mastrantoni, Mizzoni, Cinelli. Allenatore: Maurizio Promutico. 
SORA: Faticanti, Cardazzi, Reali (39’ st Tomei), Di Sarra, Bellucci, Cianfarani, Antonini, Simoncelli (1’ st Gemmiti), Cirelli E. (16’ st Di Stefano), Gigli (31’ st Recchia), La Rocca (1’ st Sciucco). A disposizione: Santoro, Iannuccelli. Allenatore: Antonio Tersigni. 
Arbitro: Vito Guerra di Venosa. 
Assistenti: Pasquale Picillo di Cassino e Daniele Tasciotti di Latina. 
Note: espulso: al 25’ st dalla panchina Testa (M) per proteste. Ammoniti: D’Avino (M), Terra (M) e Cianfarani (S). Recupero: 1’ pt; 4’ st.

La sfida d’alta classifica tra il Città Monte San Giovanni Campano ed il Sora si chiude sullo zero a zero. Il pareggio mantiene le due formazioni a ridosso del gruppo di testa e per quanto visto al “San Marco” entrambe si giocheranno il salto di categoria sino al termine della stagione. L’ampia rosa di calciatori a disposizione di mister Antonio Tersigni gli permette di avere più alternative a disposizione ed i cinque cambi effettuati nei novanta minuti di gioco gli hanno consentito di schierare forze fresche in corso d’opera. I monticiani di mister Maurizio Promutico nonostante le numerose e pesanti assenze si sono disimpegnati in maniera perfetta, uscendo dal terreno di gioco tra gli applausi del numeroso e sportivissimo pubblico presente sugli spalti! La cronaca. Nella sfida tra giallo-azzurri e bianco-neri è mancato soltanto il gol in quanto a prendere il sopravvento è stato il tatticismo imposto dai due allenatori. In effetti di nitide palle gol ne abbiamo registrate davvero poche tenendo conto che il gioco si è sviluppato soprattutto a centrocampo. In avvio di gara sono i padroni di casa a tenere in mano il pallino di gioco con un pressing asfissiante ed una manovra avvolgente davvero interessante. Al minuto numero 11, Macciocca, tra i migliori in campo nonostante le non perfette condizioni fisiche, serve sulla corsa Faliero che con un tiro di sinistro potente ma centrale si vede respingere la conclusione dal giovane Faticanti. Al 18’, sul tiro da fermo di Faliero, Fanella prolunga di testa verso Di Folco che, appostato sul secondo palo, non riesce ad inquadrare, di testa, lo specchio della porta e l’opportunità sfuma. Al 28’, sull’errore in disimpegno di Corrado, La Rocca serve una palla d’ora all’ex Enrico Cirelli, a tu per tu con Giustini; la conclusione ravvicinata trova la respinta del portierone di casa perfezionata in angolo dall’attento Di Folco. Al 41’, buona opportunità per i monticiani con Sili che serve in profondità Fanella che conclude da posizione defilata invece di servire Macciocca, appostato da solo a centro area. Le due squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di parità. Ad inizio ripresa il Sora si ripresenta sul terreno di gioco con due novità; Gemmiti per Simoncelli e Sciucco per La Rocca. Al 3’, sul calcio piazzato dal limite dell’area di rigore, Grossi tocca la sfera per Fanella la cui conclusione viene deviata in angolo da Faticanti. Intorno al quarto d’ora, mister Tersigni inserisce, al posto di Cirelli, Di Stefano che va a far coppia con l’ex Gigli. La gara, nonostante i cambi, non regala grosse emozioni in zona gol ed i minuti scorrono inesorabili con il risultato che resta inchiodato sullo zero a zero. Sul fronte opposto mister Promutico non ritiene opportuno effettuare sostituzioni e gli undici giocatori schierati in avvio continuano a correre a tutto campo senza un attimo di pausa. Al 25’, il difensore Testa viene espulso ingenuamente dalla panchina per qualche parola di troppo proferita contro il direttore di gara. Nei minuti finali subentra un po’ di nervosismo con le due squadre che non ci stanno a pareggiare la gara. Tutto rimane racchiuso in un sano agonismo ed il risultato, nonostante i quattro minuti di recupero, non si sbloccherà dallo zero a zero di partenza. Domenica prossima i monticiani faranno visita al Pontinia mentre il Sora riceverà al “Tomei” la capolista Monte San Biagio.   

(Nella sezione “Galleria Foto” ampia galleria fotografica)

Eccone alcune...

8.jpg


3.jpg


7.jpg


9.jpg