Sintetico al "San Marco": la situazione attuale dopo l'incontro con il Sindaco monticiano, Angelo Veronesi

La difficile e spinosa questione dello stadio “San Marco” di Monte San Giovanni Campano è stata affrontata dal Sindaco monticiano, Angelo Veronesi.
Per coloro che sono allo scuro della questione vediamo di ripercorrerla in tutti i suoi passi salienti! Nei giorni scorsi i presidenti del Città Monte San Giovanni Campano, Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi, hanno avuto un incontro con il primo cittadino monticiano per chiedere la realizzazione del manto di gioco in erba sintetica del rettangolo del “San Marco”. Il Sindaco Veronesi, prima di poter dare una risposta, ha voluto ascoltare, giustamente, il parere dei presidenti dell’Anitrella, Francesco Traversari, e del Colli-La Lucca, Francesco Poce in quanto «da buon padre di famiglia, essendo tre i campi da calcio comunali, non posso e non voglio fare torto a nessuno! Se troveranno un accordo i tre presidenti si potrà procedere, diversamente non si potrà fare nulla…». In virtù di ciò Veronesi ha convocato i tre presidenti per sentire i loro pareri in merito e prima di soffermarsi sulla questione “sintetico” ha proposto la fusione dei tre club in un’unica squadra. L’unico disposto a tale ipotesi è stato il presidente Giovanni Mastrantoni; Francesco Traversari e Francesco Poce si sono pronunciati in maniera negativa spiegandone le proprie ragioni! Messa da parte l’ipotesi “fusione” il dibattito è entrato nel vivo per quanto riguarda la realizzazione del terreno di gioco in erba sintetica dello stadio “San Marco”. La premessa è spettata al Sindaco Veronesi che ha spiegato: «Tenendo conto che le disponibilità finanziarie non sono molte non è possibile pensare di realizzare tre campi da calcio in erba sintetica. A prescindere dai vari aspetti tecnici e dal decreto legislativo n° 50 il nocciolo della questione si riassume dai pareri che voi presidenti andrete ora ad esprimere…». Il primo a prendere la parola è stato il presidente del Colli-La Lucca, Francesco Poce, che ha spiegato: «Se l’amministrazione comunale decidesse di realizzare un terreno di gioco in erba sintetica dovrebbe dare priorità a quello di Anitrella vista la storia del club, nato nel 1955. A seguire dovremmo esserci noi di Colli e poi il “San Marco” di Monte San Giovanni Campano. Detto ciò se l’amministrazione Veronesi decidesse per la realizzazione del sintetico al “San Marco” per noi, sia ben chiaro, non ci sarebbero problemi». Il patron dell’Anitrella, Francesco Traversari, ha dichiarato senza mezzi termini: «Per quanto mi riguarda non ho problemi e non pongo veti alla realizzazione da parte dell’amministrazione comunale del terreno di gioco in sintetico del “San Marco” di Monte San Giovanni Campano, senza trascurare in prospettiva gli altri impianti sportivi del nostro territorio. Ringrazio Poce per aver considerato la nostra società la più importante del Comune monticiano ma sono disposto a partire dal “San Marco” per concretizzare il progetto del primo rettangolo di gioco in erba sintetica di Monte San Giovanni Campano». Il presidente monticiano, Giovanni Mastrantoni, dopo aver ascoltato il pensiero altrui ha spiegato: «Vogliamo dare continuità al progetto iniziato qualche anno fa e la questione terreno di gioco è divenuta ormai un problema oggettivo! Abbiamo chiesto al Comune di supportarci nella realizzazione del tappeto in erba sintetica ribadendo che la nostra società si occuperà di sistemare i muri di recinzione. Il nostro Comune è rimasto l’unico della Provincia di Frosinone a non avere quantomeno un terreno di gioco in sintetico ed in queste condizioni è difficile fare calcio». Ora la “palla” passa all’amministrazione comunale che dovrà prendere una decisione in merito. 
Gianni Coratti 
(Da Ciociaria Oggi del 15-06-2017)


dasinistrafrancescotraversariegiovannimastrantoni.jpgDa sinistra Francesco Traversari e Giovanni Mastrantoni


ipresidentisandrosigismondiegiovannimastrantonialsanmarco.jpg
I presidenti monticiani, Sandro Sigismondi e Giovanni Mastrantoni


ilsindacoangeloveronesi.jpg
Il Sindaco di Monte San Giovanni Campano, Angelo Veronesi


lassessoretommasopellegriniconmartinaraponidirigentedellanitrella.jpg
L'assessore Tommaso Pellegrini e Martina Raponi, dirigente dell'Anitrella


ilsanmarcooggi.jpg
Il rettangolo di gioco del "San Marco"