Eccellenza (28^ Giornata): Lariano – Città Monte San Giovanni Campano 2-6. Tabellino e cronaca

Lariano – Città Monte San Giovanni Campano 2-6
LARIANO: Abbatini, Leoni, Colasanti, Kanté, Scifoni (11’ st Brogi), Pellutri, Saccucci, Moroni, Ferretti, Ammassari (18’ st Lorenzi), Carloni (1’ st Patrizi). A disposizione: Travaglini, Vincenzi, Scarpetti, Mastrella. Allenatore: Nunzio Iardino.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Tomassi, Sciucco, Cirelli M., Silvestri, Terra, Sbaraglia, Reali, Bracaglia (7’ st Coratti), Mastrantoni (15’ st Cirelli E.), Caponera (22’ st Paglia). A disposizione: Perna, Cucchi, Fabrizi. Allenatore: Daniele Cinelli.
Arbitro: Alessandro Colelli di Ostia Lido.
Assistenti: Alessandro Girolami di Aprilia e Manuel Tortora di Aprilia.
Marcatori: 2’ pt Mastrantoni (M), 6’ pt Sbaraglia (M), 25’ pt Ammassari (L), 29’ pt Bracaglia (M), 44’ pt Silvestri (M) (rigore), 15’ st Reali (M), 30’ st Ferretti (L) (rigore), 38’ st Sbaraglia (M).         
Note: espulso al 32’ pt Scifoni (L) per fallo da tergo. Ammoniti: Ferretti (L), Moroni (L), Pellutri (L), Brogi (L) e Paglia (M). Gara iniziata con 10’ di ritardo su disposizione del CRLazio. 

Prestazione sontuosa del Città Monte San Giovanni Campano. Nella prima delle sette sfide salvezza, i giallo-azzurri di mister Daniele Cinelli si impongono per sei reti a due  in casa del Lariano agguantando il Città di Minturnomarina al sestultimo posto che in questo momento varrebbe la salvezza diretta. Monticiani determinati sin dall’avvio con il risultato messo al sicuro dopo appena sei minuti di gioco. Il resto è stato uno spettacolo autentico con la forza di Silvestri e compagni venuta finalmente fuori in maniera chiara ed evidente. La cronaca. Dopo sessanta secondi dal fischio d’inizio la lunga rimessa laterale di Silvestri viene raccolta da Mastrantoni che a tu per tu con portiere avversario si divora un gol già fatto. L’attaccante ospite si fa perdonare un minuto dopo realizzando il gol del vantaggio. Cross dalla fascia sinistra di Michele Cirelli per il colpo di testa di Terra che prolunga la sfera per l’accorrente Mastrantoni, lesto a deviare il pallone alle spalle di Abbatini. Quattro minuti dopo, spunto di Mastrantoni sull’out di destra, dribbling su due avversari e palla a Luca Sbaraglia (nella foto) che, saltato Moroni, trafigge il portiere avversario con un gran sinistro a giro. Al 19’, angolo di Tomassi per Reali che restituisce la sfera di tacco al numero due ospite; gran conclusione potente ed angolata che il portiere di casa devia in angolo. Passano cinque minuti e Sbaraglia serve Mastrantoni che elude la trappola del fuorigioco e si presenta a tu per tu con l’estremo difensore capitolino, bravo a respingere il tiro ravvicinato del numero sette ospite. Sul capovolgimento di fronte il Lariano realizza il gol dell’uno a due con Ferretti che serve Ammassari all’interno dell’area di rigore; conclusione imparabile per l’estremo difensore Lisi. Al 29’, cross da sinistra di Sciucco per Bracaglia che supera il portiere avversario con un perentorio colpo di testa. Al 44’, il Monte cala il poker. Sul lungo rilancio di Lisi, Leoni interviene in modo scoordinato in area di rigore intercettando la sfera con un braccio: penalty per gli ospiti che Silvestri realizza con freddezza. Squadre al riposo sull’uno a quattro. Nel secondo tempo al 2’, Ammassari serve Kanté, conclusione di destro parata dall’attento Lisi. Due minuti più tardi sul cross da sinistra di Moroni, Colasanti spedisce la sfera sopra la traversa. Al 15’, Monte in gol per la quinta volta. Sul traversone di Caponera da destra, la sfera arriva sul versante opposto a Sciucco; gran tiro di prima intenzione respinto corto dal portiere capitolino. Sulla sfera si avventa Reali che a porta vuota realizza la quinta rete giallo-azzurra. Al 30’, per un fallo in area di rigore di Sbaraglia su Ferretti il direttore di gara concede la massima punizione ai padroni di casa che lo stesso Ferretti realizza. Infine, al 38’, Tomassi serve in profondità Sbaraglia che realizza il sesto gol per i suoi e la doppietta personale. Domenica c’è la sosta per le festività pasquali; alla ripresa i monticiani riceveranno al “San Marco” la visita del tranquillo Roccasecca T.S.T.