Eccellenza (31^ Giornata): Città Monte San Giovanni Campano – Colleferro 2-1. Tabellino e cronaca

                                         (Nella sezione “Galleria Foto” le immagini fotografiche della giornata)

Città Monte San Giovanni Campano – Colleferro 2-1
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Lisi, Brahushaj (19’ st Testa), Sciucco, Cirelli (32’ st Tomassi), Silvestri, Terra, Mastrantoni, Cucchi, Compagnone (10’ st Paglia), Reali, Sbaraglia. A disposizione: Perna, Bracaglia, Cestra, Marcoccia. Allenatore: Daniele Cinelli.
COLLEFERRO: Petrucci, Scala, Fiore, Costantini (27’ st Cavallucci), Potenziani, Rossi, Taverna, Amici, Salvagni, Prati (16’ st Cerbara), Fischetti (1’ st Fratarcangeli). A disposizione: Bolletta, Marini, Moriconi, Proietti. Allenatore: Salvatore Cangiano.
Arbitro: Marco Ferrara di Roma 2.
Assistenti: Roberto De Iorio di Roma 1 e Gabriele Elisino di Ostia Lido.
Marcatori: 11’ pt Sciucco (M), 8’ st Cirelli (M), 25’ st Cerbara (C).  
Note: espulso al 45’ st Rossi (C) per doppia ammonizione. Recupero: 3’ st. 

Salvezza ormai ad un passo per il Città Monte San Giovanni Campano. Al “San Marco” i giallo-azzurri superano per due reti ad una il Colleferro allungando in classifica sul Gaeta (+6) e sul Città di Minturnomarina (+7). A tre giornate dal termine del campionato il divario è sicuramente importante e mercoledì nella sfida di Nettuno potrebbe arrivare la certezza matematica della permanenza nel massimo campionato regionale con due giornate di anticipo rispetto al termine della stagione. Contro i rosso-neri colleferrini, ben messi in campo da mister Cangiano, i giallo-azzurri offrono l’ennesima prova positiva dell’ultimo periodo e volano a quota 31, a – 4 dal Pomezia. Il Colleferro, come dicevamo, ha dimostrato di possedere un ottimo gioco e si è battuto a viso aperto, alla ricerca del gol pareggio, sino all’ultimo istante di gara. A fare la differenza in questi novanta minuti di gioco sono state le diverse motivazioni tra i ventidue in campo! La cronaca. L’inizio gara è tutto di marca monticiana nonostante le numerose assenze cui deve far fronte mister Daniele Cinelli. Con Enrico Cirelli squalificato e Bracaglia e Caponera infortunati, il tecnico di casa getta nella mischia il giovane Compagnone venendo ripagato dall’ottima prova del numero nove giallo-azzurro. Al 6’, scambio in velocità tra Reali e Mastrantoni il cui destro di collo pieno si perde alto sopra la traversa. Tre minuti dopo Cucchi innesca Sbaraglia sull’out di destra, accelerazione e palla all’accorrente Mastrantoni la cui conclusione in diagonale si perde di un soffio a fondo campo. È il preludio al gol che arriva, meritato, all’11’. Conclusione dai venticinque metri di Alessandro Sciucco (nella foto) con la sfera che supera il portiere ospite finendo la propria corsa in fondo al sacco. I padroni di casa non si accontentano del gol del vantaggio e continuano a dominare la scena con fraseggi di pregevole fattura. Al 26’, Compagnone serve Reali il cui tiro di interno destro viene parato a terra da Petrucci senza particolari problemi. Al 34’, conclusione potente ma centrale di Mastrantoni dal limite dell’area di rigore con Petrucci che devia la sfera in calcio d’angolo. Per gli ospiti qualche fraseggio interessante ma nessuna conclusione verso la porta difesa da Lisi. Squadre al riposo con i padroni di casa avanti di un gol. Ad inizio ripresa mister Cangiano sostituisce Fischetti con Fratarcangeli, apparso non al meglio sul finire del primo tempo. All’8’, i padroni di casa realizzano il gol del raddoppio. Percussione di Mastrantoni sulla fascia sinistra, palla a Reali che serve in corsa Cirelli; destro in contro balzo e palla sotto la traversa. Il gol del raddoppio sembra mettere la parola fine al match ed invece al 25’ gli ospiti lo riaprono. Il Colleferro riparte in contropiede con Fratarcangeli sulla corsia di sinistra, palla a centro area con la difesa di casa scoperta e per Cerbara è fin troppo semplice battere Lisi per il gol della speranza. Al 29’, Sbaraglia conclude debolmente da posizione ravvicinata con Petrucci che blocca la sfera e fa ripartire i suoi. Nei minuti conclusivi subentra nel Monte la paura di vincere, consapevole dell’importanza della posta in palio, anche se da parte del Colleferro non si registrano ulteriori azioni pericolose. Al 42’, Mastrantoni ruba palla a metà campo e presentatosi a tu per tu con il portiere ospite conclude su Petrucci in uscita. Dopo tre minuti di recupero il signor Ferrara di Roma 2, ottima la sua prova, decreta la fine delle ostilità.
                                     (Nella sezione “Galleria Foto” le immagini fotografiche della giornata)