Il Monte inizia il nuovo anno sfidando al "San Marco" l'Alatri nel segno di mister Fabio Gerli

Esordio ufficiale sulla panchina del Città Monte San Giovanni Campano per mister Fabio Gerli (nella foto).
Al “San Marco” arriverà l’Alatri dell’ex Marco Frioni che può vantare un punto in più in classifica rispetto ai giallo-azzurri. Una sfida importante per la classifica e per il prosieguo della stagione; vincere equivarrebbe a dare un primo calcio alla crisi, chiudendo il girone di andata a 21 punti. Con l’esonero di mister Castellucci la società ha voluto/dovuto dare una scossa all’ambiente e si aspetta un segnale chiaro dalla squadra dopo sedici giornate incolori! Per il neo-allenatore ed i calciatori a disposizione quello di domenica rappresenta un nuovo inizio da vivere in maniera differente rispetto al recente passato… La rosa di giocatori vale molto di più degli attuali 18 punti in classifica e dovrà dimostrarlo sul rettangolo di gioco con lo spirito combattivo che i presidenti Sandro Sigismondi e Giovanni Mastrantoni si aspettano ogni domenica. Con il neo-allenatore Gerli ci siamo soffermati sugli aspetti salienti dell’ultimo periodo. Mister, ci siamo! Si avvicina l’esordio in campionato sulla panchina del Monte; come ha vissuto l’approccio con la squadra e che primo (piccolo) bilancio si senti di fare? «Ho vissuto questi giorni – ha iniziato Gerli – con molta serenità ma, nel contempo, animato da tanto entusiasmo… Siamo consci che all’inizio troveremo delle difficoltà ma se ho accettato l’incarico è perché credo nelle potenzialità della squadra. Ho cercato da subito di impostare un rapporto improntato sul rispetto reciproco. Abbiamo lavorato molto in queste poche sedute di allenamento e devo dire di aver trovato dei ragazzi amareggiati ma con la voglia di rimboccarsi le maniche per ripartire e questo mi sembra un buon punto di partenza». Sembra paradossale, visti i propositi del pre-campionato, ma il match con l’Alatri si presenta, ad oggi, come una sfida salvezza; che gara si aspetta? «La classifica dice che l’Alatri è sopra di noi e per questo merita il massimo rispetto. La gara, pertanto, sarà molto tirata e combattuta…». Cosa si aspetta dai suoi giocatori e cosa chiederà loro nell’immediato pre-gara? «Abbiamo preparato la gara, sappiamo quali sono, al momento, i nostri limiti e quali sono i punti deboli e di forza dell’Alatri. Mi aspetto una prova di grande umiltà e sacrificio. Dobbiamo costruire le basi per poter essere competitivi e sappiamo che bisogna lavorare tantissimo sotto i punti di vista mentale, tattico, atletico, comportamentale e professionale». Che idea si è fatto dell’Alatri? «Il team verde-rosa è una squadra giovane, composta da una rosa competitiva, uscita notevolmente rinforzata dal mercato di riparazione. Sui 19 punti conquistati in classifica ben 10 li ha ottenuti in trasferta, battendo persino la capolista Anitrella. Inoltre ha gli stessi score nostri in riferimento ai gol fatti e subiti. Quindi, per ottenere i tre punti, dovremo effettuare una grande prestazione…». Il calendario presenta due sfide casalinghe consecutive; vincerle entrambe vorrebbe dire molto in termini di classifica e dal punto di vista mentale; è d’accordo? «Intanto pensiamo alla gara con l’Alatri che rappresenta la prima sfida del 2019 ma anche l’ultima del girone di andata che per noi è fondamentale per tanti motivi. Dopo aver affrontato l’Alatri penseremo al derby con Anitrella… Ognuno di noi deve essere consapevole che si tratta di una questione di orgoglio e di dignità, capendo in fretta che da qua alla fine ci aspettano solo battaglie». Fermi al box per squalifica Felice Florese e Mattia Veloccia con Paolo Seppani e Samuele Faliero non al meglio fisicamente. Per il resto tutti a disposizione con mister Gerli che ha inserito nella lista dei convocati i seguenti calciatori: Bruni, Cialone, Cirelli, De Santis, De Vellis, Di Folco, Ferraccioli, Danilo Fiorini, Simone Fiorini, Frezza, Iannucci, Lleshi, Macciocca, Paglia, Pagnani, Promutico, Reali, Serapiglia, e Sili. Si giocherà a partire dalle ore 11:00 e ad arbitrare la sfida del “San Marco” sarà il signor Andrea Di Lelio di Roma 2, coadiuvato dai signori Ivano Martelluzzi di Frosinone e Cristian Risa di Roma 2.