Il nuovo tecnico sarà Angelo Bottoni reduce dalla grande stagione nella Dinamo Colli

Riconquistata l’Eccellenza, categoria che la società merita in pieno, il Monte San Giovanni Campano si rifarà il look in vista del settimo anno consecutivo nel massimo campionato regionale. Una bella soddisfazione per i presidenti Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi che nell’annata 2015-2016 continueranno a confrontarsi con le migliori realtà calcistiche della Regione Lazio. L’obiettivo a quanto pare sembra quello di vivere una stagione importante a ridosso del gruppo di centro classifica. In panchina, come abbiamo spiegato qualche giorno fa, ci sarà mister Angelo Bottoni (nella foto) reduce dalla fantastica annata nella Dinamo Colli dei record. Il tecnico di Monte San Giovanni Campano sta lavorando a stretto contatto con i massimi vertici societari per ingaggiare quei calciatori che fanno al proprio caso. Al momento c’è il massimo riserbo sui giocatori che vestiranno la casacca giallo-blu nella prossima stagione. L’intenzione sarà quella di allestire la squadra prima dell’inizio della preparazione pre-campionato in modo da trovare il giusto affiatamento in vista degli impegni ufficiali. A mister Angelo Bottoni abbiamo chiesto quali sono state le sensazioni provate dopo la chiamata dei presidenti Sigismondi e Mastrantoni; questa la sua risposta, mai banale: «La soddisfazione più bella nel nostro mestiere è ricevere una chiamata e sentirsi dire che sei l’uomo e l’allenatore scelto per preparare una stagione! Quindi direi che nel mio caso la soddisfazione è doppia allenando la squadra del paese in cui sono nato ed abito da sempre». L’Eccellenza conquistata sul campo con Colli la ritrova a Monte San Giovanni Campano, un segno del destino che la consacra, come merita, nel massimo campionato regionale: che stagione prevede per la sua squadra? «L'Eccellenza è la Serie A dei dilettanti. Si tratta di un campionato bello, affascinante, importante, ma allo stesso tempo impegnativo con società, città e squadre molto più grandi rispetto alla nostra piccola realtà. Questo deve darci grandi stimoli ma nel contempo bisogna essere consapevoli che tenere la categoria equivale alla vittoria del campionato». Mister, squadra da rifondare rispetto all’anno scorso: quanti giocatori esperti chiederà alla società? «Sì, in effetti la squadra cambierà molti interpreti rispetto allo scorso campionato e di conseguenza dovremo essere ancora più bravi a conoscerci e creare subito l’amalgama dentro e fuori dal campo. Questa è una categoria impegnativa, come ho detto pocanzi, quindi l’esperienza serve, ma allo stesso tempo ci vorrà anche freschezza, corsa e tanti giocatori con un grosso spirito di sacrificio». I giovani rappresentano il punto forte di ogni squadra: vi state muovendo in tal senso? «I giovani sono fondamentali nel calcio, a tutti i livelli… Diversi ne abbiamo in casa e sono di buona qualità e di ottimo avvenire, altri cercheremo di trovarli altrove perché ne servono un buon numero e ci stiamo muovendo in tal senso». Possiamo ufficializzare qualche giocatore? « È presto per fare nomi, sono in piedi diverse trattative, alcune in fase avanzata ed altre in fase di approccio. Venire a Monte San Giovanni Campano non deve essere un ripiego ma una prima scelta; cerco giocatori motivati e pronti a sposare il progetto di una società solida e seria, cosa molto rara in questo momento». A giorni conosceremo i primi volti nuovi della rosa giallo-blu.
Gianni Coratti