Il post-gara, con i due allenatori, del derby monticiano deciso da Giovanni Sili

Come ogni derby che si rispetti, quello monticiano è stato vissuto sul filo dell’equilibrio.
Città Monte San Giovanni Campano ed Anitrella lo hanno affrontato per vincerlo con l’obiettivo di non perderlo… In prossimità del finale di gara è stato il funambolico Giovanni Sili (nella foto) a far saltare il banco di un tatticismo esasperato che la stava facendo da padrone. La zampata vincente del centrocampista giallo-azzurro ha regalato tre punti d’oro ai monticiani che guadagno qualche posizione in classifica. L’Anitrella, per la prima volta a secco di gol in diciotto gare disputate, si ritrova in terza posizione, con un punto da recuperare sul Ferentino e tre sulla capolista Pontinia. Se i tre punti sono stati portati a casa dai ragazzi di mister Fabio Gerli, un plauso speciale va rivolto ai magnifici sostenitori delle due squadre che ancora una volta hanno dimostrato maturità e sportività, elementi imprescindibili sui quali costruire le gare di calcio. Perfetta la macchina organizzativa predisposta al “San Marco” con i presidenti delle due squadre, Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi del Monte e Francesco Traversari dell’Anitrella, che hanno saputo vivere l’evento con la massima allegria, con i calciatori che si sono dimostrati maturi e pronti al confronto maschio ma corretto e con le forze dell’ordine, dirette dal Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monte San Giovanni Campano, Elpidio Cepparulo che, come sempre, hanno vigilato il “San Marco” in maniera eccellente. Tornando al calcio giocato, nel post-gara abbiamo ascoltato i due allenatori raccogliendo gli aspetti positivi e negativi della stracittadina monticiana. Il primo a prendere la parola è stato l’allenatore dell’Anitrella, Angelo Bottoni: «La sfida è scivolata via sul filo dell’equilibrio e quando la stessa sembrava avviata sul nulla di fatto, Giovanni Sili l’ha sbloccata con un tocco ravvicinato… Non ricordo interventi decisivi dei due portieri e se da una parte i padroni di casa sono stati bravi a sfruttare l’occasione da gol creata, dall’altra la mia squadra l’ha sprecata con Cerroni nel corso del primo tempo. Nel calcio vince chi fa gol; onore al Monte che ci è riuscito». Mister, gara molto tattica a conferma del fatto che nei derby difficilmente si vede il bel gioco: «È stata giocata la gara che mi aspettavo, con le due squadre chiuse pronte a sfruttare l’episodio favorevole… Complimenti alle due squadre per la correttezza dimostrata in campo ed ai tifosi presenti sugli spalti! Sino al gol di Sili avevamo concesso poco ad una squadra in salute qual è quella monticiana dopo il cambio di allenatore. Ora bisogna voltare pagina, proiettandoci alla prossima gara in programma». Nonostante il ko odierno la classifica resta più che positiva per la sua squadra: «Ci può stare di perdere una gara dopo tre mesi ma l’importante è che siamo rimasti in zona play off. Sono convinto che continuando a lavorare con la serietà che ci ha contraddistinto fino a questo momento centreremo uno dei primi tre posti». Mister Gerli, raggiante per i tre punti ottenuti e per la seconda vittoria consecutiva, ha dichiarato: «La gara con l’Anitrella sapevamo che sarebbe stata molto difficile ed il campo lo ha confermato! Mi è piaciuto aver bissato quello spirito combattivo messo in campo contro l’Alatri… e a queste due vittorie dovremo dare continuità nelle prossime gare in programma. Tornando a parlare del derby devo dire che la mia squadra è stata brava a non concedere nulla agli avversari per poi colpire nel momento decisivo. Complimenti alla squadra che ha saputo regalare a se stessa, ai presidenti ed ai tifosi una grossa soddisfazione». Ma guai a sedersi dopo questa vittoria… «Assolutamente no – ha proseguito mister Gerli – ci sarà molto da lavorare se vorremo raggiungere altri risultati positivi. Purtroppo in alcuni frangenti pecchiamo di qualità nelle giocate semplici e pertanto facciamo fatica a creare occasioni da gol. Ma ci stiamo lavorando in allenamento e continueremo a farlo costantemente». La classifica, come ha ripetuto più volte ultimamente, non la guardate, vivendo alla giornata per poi fare i conti a fine stagione; ma dove può arrivare secondo lei questo Monte? «Non è la solita frase fatta quella di non voler guardare la classifica ma la consapevolezza che in questo momento non avrebbe senso farlo… Bisognerà creare le premesse per poter ripartire con una certa continuità trovando compattezza ed equilibrio. Così facendo la nostra classifica migliorerà decisamente per poi fare i conti il prossimo 12 maggio». Le due squadre sono tornate al lavoro per preparare al meglio i rispettivi impegni in programma domenica prossima…
Gianni Coratti (Da Ciociaria Oggi del 16-01-2019)