Juniores Provinciale (3^ giornata): Città Monte San Giovanni Campano – Atletico Arpino 1-1. Tabellino e cronaca

CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – ATLETICO ARPINO 1-1
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO:
Quaglieri M., Tersali, Sili D., Proia, Bottoni A., Grimaldi, Visca, Greco, Coratti L., Petrocchi, Cimaomo. A disposizione: Coratti E., Sili R., Mastracci, Grande, Iafrate, Bottoni M., Sigismondi, Spaziani. Allenatore: Bernardo Quaglieri.
ATLETICO ARPINO: Fattorosi, Parsena, Abbate, Ranaldi, Ambrosio, Lollo, Quadrini F., Gallone, D’Agostini, Quadrini J., Ciardi. A disposizione: Liccardo, Cione, Arbanti, Conte, Elia, Colagiacomo, Ben-Ali, Parisi. Allenatore: Marco Fiorletta.
Arbitro: Marco Teolis di Cassino.
Marcatori: 20’ st Ranaldi (A), 30’ st Sili D. (M).

Mastica amaro il Città Monte San Giovanni Campano.
Al “San Marco”, i ragazzi di mister Bernardo Quaglieri non vanno oltre il pareggio (1-1) al cospetto del guardingo Atletico Arpino. Occasioni da gol create e fallite, due legni ed un penalty negato ai giallo-azzurri hanno indirizzato il risultato sul definitivo uno a uno. I padroni di casa devono fare il mea culpa per la grande occasione persa di restare in vetta alla classifica… anche se il campionato è appena iniziato e margini di recupero non mancano di certo. La cronaca. Nella prima frazione di gioco le due squadre si propongono a viso aperto anche se sono i padroni di casa a tenere in mano il pallino del gioco e a creare le più nitide palle gol. Al 15’, la conclusione di Proia viene respinta dall’ex Fattorosi mentre al 23’ è Petrocchi a sfiorare il gol con un tiro da fermo che si perde di poco sopra la traversa. Alla mezz’ora è il palo a dire no alla conclusione ravvicinata di Coratti. Squadre al riposo sul nulla di fatto.

Nella ripresa è sempre il Monte a menare le danze con l’Arpino che si difende con le unghie e con i denti. Al 20’, come spesso accade nel calcio, dopo tante occasioni create e non concretizzate i monticiani si ritrovano a rincorrere. Sul traversone di Parsena, dalla corsia di destra, la difesa di casa respinge la sfera fuori area e Ranaldi con un bolide di prima intenzione supera Mattia Quaglieri, nonostante il numero 1 giallo-azzurro intuisca la traiettoria del tiro. Al 24’, un gran tiro di Visca dai venti metri si stampa all’incrocio dei pali a portiere battuto. Al 30’, da un’azione tambureggiante dei padroni di casa nasce e si concretizza il gol del meritato pareggio. Greco serve Dennys Sili sulla corsia opposta; perfetto il tiro da fuori area che non lascia scampo a Fattorosi. Nel forcing finale, Mattia Bottoni (34’) si fa respingere la conclusione dall’estremo difensore ospite mentre al 38’ è Petrocchi a fallire una clamorosa palla gol, su assist di Sigismondi, dall’interno dell’area piccola. Nei minuti conclusivi il direttore di gara nega un calcio di rigore solare ai padroni di casa.

Nel dopo gara mister Bernardo Quaglieri (nella foto) ha dichiarato: «Ringrazio i ragazzi per la prestazione offerta e dispiace non aver vinto una gara dominata costantemente… Purtroppo nel calcio ci sta anche questo! Abbiamo creato tanto, sprecando l’inverosimile, fino a trovarci sotto di un gol; ottima la reazione che ha portato al pareggio. Nel finale potevamo vincerla ma per imprecisione e sfortuna non ci siamo riusciti. Peccato anche per il calcio di rigore che non ci è stato concesso in prossimità dello scadere. Dobbiamo guardare avanti e pensare che gare giocate con questa intensità difficilmente non le vinceremo. Ora testa al Pofi».