Juniores Regionale (12^ giornata): Sporting Calcio Vodice – Città Monte San Giovanni Campano 3-1. Tabellino e cronaca

SPORTING CALCIO VODICE – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 3-1
SPORTING CALCIO VODICE:
Monescalchi, Pecchia, Mascia, Possamai, Improta, Majero, Bordignon, De Bellis, Pagliaroli, Tornesi, Cinelli. A disposizione: Petricone, Sannino, Vona, Guglietta, Massaro, Manzi.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Scarselletta, Capogna D., Stirpe, Ferraccioli, Quattrociocchi, Cialone, Carlesi, Ferrari, Alviani, Capogna G., Paglia. A disposizione: Fattorosi, Gocentas, Promutico, Toti, Osvaldi. Allenatore: Davide Recine.
Arbitro: Alessandro Gabriel Socea di Aprilia.
Marcatori: 12’ pt Quattrociocchi (M), 20’ st Improta (V) (rigore), 38’ st Bordignon (V), 48’ st Massaro (V).
Note: espulsi: 24’ st Scarselletta (M), 30’ st Quattrociocchi (M), 40’ st Toti (M), 41’ st Mascia (V), 44’ st Bordignon (V) e 45’ st Ferraccioli (M). Al 25’ pt Scarselletta (M) respinge un calcio di rigore.

Un vero e proprio bollettino di guerra!
Il Città Monte San Giovanni Campano, in vantaggio per una rete a zero fino a 25’ dal novantesimo, viene rimontato e battuto in casa dello Sporting Calcio Vodice. Una sfida condizionata pesantemente dalle quattro espulsioni comminate dal signor Alessandro Gabriel Socea di Aprilia alla compagine giallo-azzurra! Sull’operato del fischietto di Aprilia ci soffermeremo successivamente con mister Davide Recine; prima riportiamo la cronaca del match. Sfida maschia sin dall’avvio con le due formazioni che si sfidano senza esclusioni di colpa, sempre nel rispetto di quelle che sono le regole calcistiche. Al 12’, sul calcio piazzato di Gianmarco Capogna, Marco Quattrociocchi (nella foto) infila Monescalchi per la rete del provvisorio zero a uno. Nonostante il dominio territoriale, al 25’ i padroni di casa sprecano una grossa chance per pareggiare i conti. Bordignon va giù in piena area di rigore e l’arbitro assegna la massima punizione che l’eccezionale Scarselletta respinge con bravura. Al 38’, Alviani ha tra i piedi la palla del raddoppio ma da ottima posizione calcia a fondo campo. Squadre al riposo con gli ospiti avanti di un gol. Nella ripresa, dopo un buon inizio da parte di entrambe le squadre, al 20’ l’arbitro assegna il secondo penalty alla formazione di casa con Improta che pareggia i conti. A seguire la serie di espulsioni dei calciatori ospiti che di fatto ne compromettono il finale di gara. Al 38’, lo Sporting Calcio Vodice si porta in vantaggio con Bordignon, in sospetta posizione di fuorigioco. Al 48’, infine, in pieno recupero, i padroni di casa trovano il terzo gol, in contropiede, con il neo-entrato Massaro. 
Nel post partita un inviperito mister Recine ha dichiarato: «La gara è stata decisa dall’arbitro che con decisioni assurde ha indirizzato il match dalla parte dei padroni di casa… Oltre ad assegnare due rigori inesistenti ai nostri avversari, ha espulso senza motivi ben quattro giocatori della mia squadra! A questo dobbiamo aggiungere il fatto di aver giocato in un clima surreale con spunti, lancio di accendini ed insulti da parte dei sostenitori di casa… Tutto ciò non mi era mai successo finora! Chiediamo rispetto a chi di dovere per non andare incontro a partite e campionati falsati». Dopo la sosta i monticiani faranno visita all’Aurora Vodice Sabaudia…