Juniores Regionale (6^ giornata): S.S. Michele e Donato – Città Monte San Giovanni Campano 6-0. Tabellino e cronaca

S.S. MICHELE E DONATO – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 6-0
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO:
Iannucci, Lisi, Stirpe, Promutico, Quattrociocchi, Lo Iacono, Carlesi, Alviani, De Vellis, Paglia L., Paglia S. A disposizione: Fattorosi, Capogna, Gocentas, Testani. Allenatore: Davide Recine.
Arbitro: Biagio Pannozzo di Formia.

Un ko pesante nel punteggio per il Città Monte San Giovanni Campano.
L’undici di mister Davide Recine viene travolto sei a zero dal S.S. Michele e Donato al termine di novanta minuti giocati in un ambiente infuocato. Come ci ha spiegato mister Recine a fine gara «il trattamento ricevuto dalla società del S.S. Michele e Donato è davvero inqualificabile! Basti pensare che i padroni di casa si sono riscaldati sul campo principale mentre noi siamo stati dirottati su un campetto laterale… Come se tutto ciò non bastasse i genitori ed alcuni nostri ragazzi in tribuna sono stati insultati per tutta la gara. Ditemi voi se questo è calcio… Detto questo, il risultato è bugiardo quantomeno nelle proporzioni anche se i miei calciatori devono pensare più alla squadra nel suo insieme che a loro stessi. Continuando di questo passo non andremo lontano». La cronaca. Ad inizio gara sono i pontini ad avere in mano il pallino del gioco con il Monte che si difende con ordine per poi ripartire in contropiede. Almeno tre le occasioni create e non concretizzate dalla compagine ospite. Al 30’, sull’errore in disimpegno di Quattrociocchi il team pontino realizza il gol del vantaggio. Tutto qui il primo tempo sostanzialmente equilibrato. Nella ripresa, al 10’, Lo Iacono viene atterrato in area di rigore ed il signor Pannozzo di Formia lascia clamorosamente correre. Cinque minuti dopo il penalty viene assegnato ai padroni di casa che si portano sul doppio vantaggio. I monticiani si spingono in avanti nel tentativo di riaprire il match ed al 27’ subiscono il terzo gol. A seguire, Francesco De Vellis (nella foto) in due circostanze va vicino al gol della bandiera prima di un finale da dimenticare con altri tre gol subiti in appena dieci minuti (dal 37 al 47). Sabato prossimo, al “San Marco”, i giallo-azzurri sono chiamati al pronto riscatto contro l’Arce…