L'attaccante Enrico Cirelli intervistato da "Ciociaria Oggi"

Successo di fondamentale importanza quello ottenuto dal Città Monte San Giovanni Campano contro il Nettuno. A volte le sfide contro le ultime della classe sono le più insidiose ed i giallo-azzurri hanno affrontato l’impegno con la massima concentrazione tanto da sbloccare la sfida dopo appena cinque minuti di gioco. Nei restanti quaranta minuti di gara non è arrivato il colpo del ko anche se il Nettuno non ha mai impensierito il portiere Lisi. Il veemente avvio di ripresa ha consentito alla formazione di mister Angelo Bottoni di mettere al sicuro i tre punti in palio. Il gol del raddoppio lo ha realizzato l’attaccante Enrico Cirelli (nella foto) con un pallonetto da applausi che soltanto un grande giocatore può mettere a segno! Lui ha questi numeri ed il suo arrivo potrebbe aprire nuovi scenari nel girone di ritorno. Un calciatore completo in grado di far salire la squadra e di realizzare gol pesanti ai fini del risultato finale. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per carpire le sensazioni che si respirano nello spogliatoio monticiano. Cirelli, dal suo arrivo a Monte San Giovanni Campano ha messo a segno quattro reti, alcune decisive ai fini del risultato finale: dove pensa potrà arrivare la sua squadra al termine della stagione? «I meriti dei gol realizzati mi piace condividerli con il resto del gruppo che mi ha accolto a braccia aperte sin dal primo giorno in cui sono arrivato. Dobbiamo volare a bassa quota, puntando a raggiungere una salvezza tranquilla. Una volta centrato tale obiettivo potremmo alzare un pochino l’asticella dei traguardi raggiungibili». Ha realizzato un gran gol contro il Nettuno; un pallonetto che ha messo al sicuro i tre punti nella corsa alla salvezza? «Indubbiamente li reputo tre punti fondamentali per la classifica e per il morale della squadra che si appresta a vivere la fine del girone di andata. Ogni singolo giocatore che è sceso in campo ha dato il massimo ben consapevole dell’importanza della posta in palio». Domenica farete visita al Gaeta e a seguire riceverete in casa il Cedial Lido dei Pini; possiamo pronosticare altri sei punti prima del giro di boa? «Se così dovesse essere chiuderemmo il girone di andata nel migliore dei modi. Affronteremo due squadre alla portata e conterà avere lo stesso approccio delle ultime due gare disputate; giocando come abbiamo fatto con il Colleferro e con il Nettuno difficilmente ci sfuggirebbe un risultato positivo». Classifica ancora tutta da definire; basteranno secondo lei 40 punti per raggiungere la salvezza? «Secondo me per raggiungere la quota salvezza dovrebbero bastare, come lo scorso anno, 35-36 punti… Da parte nostra speriamo di farne di più per regalare grosse soddisfazioni ai presidenti Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi, a mister Angelo Bottoni ed ai nostri sostenitori». A chi vuole dedicare il gol messo a segno contro il Nettuno? «La rete messa a segno la dedico alla squadra, al mister e alla dirigenza… Tutti insieme, attraverso grossi sacrifici, puntiamo a raggiungere l’obiettivo stagionale della salvezza». Altre due gare da disputare prima del termine del girone di andata; se dovessero arrivare altre due vittorie il girone di ritorno inizierebbe con 24 punti all’attivo, al di sopra della media salvezza…
Gianni Coratti (da Ciociaria Oggi del 15-12-2015)