Monticiani all'esame Real Cassino...mister Gerli indica la strada da seguire!

Viaggiano a braccetto (24 punti ciascuno) il Città Monte San Giovanni Campano ed il Real Cassino Colosseo.
Si affronteranno domattina (ore 11:00) allo stadio “San Marco” nella terza giornata del girone di ritorno. I giallo-azzurri di Fabio Gerli, reduci da due successi consecutivi, domenica scorsa sono stati battuti di misura dall’Atletico Cervaro ed il margine sulla zona rossa si è ridotto di nuovo a quattro punti. Il distacco dalla zona play off è rimasto invariato, dieci punti, anche se in lotta per il salto di categoria e/o per la post season ci sono ben otto squadre. Nulla è perduto per i monticiani tenendo conto che bisogna giocare altre 15 partite con ben 45 punti in palio; crederci è doveroso per non avere rimpianti nella volata conclusiva. Contro i cassinati, che domenica scorsa si sono imposti in casa dell’Anitrella, mister Fabio Gerli (nella foto) con ogni probabilità apporterà delle modifiche all’undici iniziale rispetto alle ultime gare disputate. I cassinati di mister Zollo nel match di andata si sono imposti per due reti ad una giocando una gara a corrente alternata; primo tempo dominato dai padroni di casa, ripresa tutta di marca monticiana con la rete del pareggio sfiorata in diverse circostanze. Sono passati oltre 4 mesi da quel lontano 16 settembre 2018 e tante cose sono cambiate da una parte e dall’altra. Domani sarà tutta un’altra gara ed il Monte dovrà cercare di vincerla per gettarsi alle spalle l’incredibile sfida di domenica scorsa. Mister Gerli, dopo il ko di domenica scorsa bisogna riprendere il passo (in termini di risultati) delle due domeniche precedenti; come hanno risposto i ragazzi in settimana? «I ragazzi hanno lavorato sodo e con grande abnegazione nell’ottica di un percorso di crescita che ci siamo prefissati da qui alla fine del campionato e noi tutti intendiamo ripartire da subito dopo l’immeritata sconfitta di Cervaro…». Tornando alla sfida di domenica scorsa, come ce lo può riassumere? «A Cervaro abbiamo giocato la migliore partita della mia gestione, disputando una gara intensa, con discreta personalità, mostrando un’organizzazione di gioco accettabile e creando diverse nitide occasioni da gol che non sono servite a farci conquistare punti. I ragazzi sanno che devono ripartire da quella gara perché quando fai la prestazione, prima o poi i risultati arrivano». Voltando pagina, che gara si aspetta con il Cassino? «Il Real Cassino ha cambiato molto nel mercato di riparazione e sta cercando gradualmente di uscire dalle zone basse della classifica. Ad oggi ha gli stessi punti nostri e pertanto la classifica dice che questa gara va considerata e giocata alla stregua di uno scontro diretto. Non dimentichiamo che domenica scorsa i cassinati hanno violato il campo dell’Anitrella facendo una grande gara. Ci aspettiamo un match ad alto contenuto agonistico, con gli ospiti molto abbottonati nella loro metà campo e con tutti gli effettivi sotto la linea della palla; se questo pensiero venisse confermato in campo per noi aumenterebbero le difficoltà nel trovare gli spazi giusti». Potrebbe esserci qualche cambio nell’undici iniziale rispetto a domenica scorsa? «Il mio obiettivo è quello di dare nel più breve tempo possibile solidità ed equilibrio alla squadra e credo di stare sulla buona strada... Qualche novità potrebbe esserci in funzione degli avversari e della crescita, sotto l’aspetto atletico, di qualche elemento in età di lega». Quali calciatori non faranno parte della lista dei convocati? «Per quanto riguarda gli assenti, avremo Seppani, Serapiglia e Faliero ancora fermi in infermeria…». In virtù di ciò, nella lista dei convocati dovrebbero finire i seguenti calciatori: Bruni, Cellupica, Cirelli, De Santis, De Vellis, Di Folco, Ferraccioli, Ferrari, Danilo Fiorini, Simone Fiorini, Florese, Frezza, Iannucci, Iozzi, Lleshi, Macciocca, Pagnani, Reali, Sili e Veloccia. Ad arbitrare l’incontro sarà il signor Christian Ferruzzi di Albano Laziale, coadiuvato dai signori Davide Pepe di Ciampino ed Alessandro Caon di Ciampino.