Promozione (29^ giornata): Città Monte San Giovanni Campano – Suio Terme Castelforte 1-2. Tabellino e cronaca

(Nella sezione “Galleria Foto” altre foto del “San Marco”)

CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – SUIO TERME CASTELFORTE 1-2 
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Giustini, Testa, Florese, Fiorini, D’Avino, Corrado (1’ st Sciucco (21’ st Mastrantoni), Sili, Saccoccia (1’ st Grossi), Reali, Faliero, Cellupica (45’ st Montoni). A disposizione: Cialone, Testani, De Vellis. Allenatore: Maurizio Promutico. 
SUIO TERME CASTELFORTE: Giordano, Ionta, Signore, Achy, Serao, Saltarelli (28’ st Perrella), Conte (19’ st Vitiello), Veglia, Cenerelli, Martino, Lonardo. A disposizione: Grasso, Demio, Vellucci, Abbattista, D’Alessandro. Allenatore: Domenico Smimmo.   
Arbitro: Andrea Damiani di Frosinone. 
Assistenti: Davide Fabrizi di Frosinone ed Alessandro Conti di Frosinone. 
Marcatori: 1’ pt Cenerelli (S), 11’ pt Conte (S), 32’ st Faliero (M). 
Note: espulso al 45’ st Giustini (M) per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Fiorini (M), Cenerelli (S), Lonardo (S) e Conte (S). Al 46’ st Montoni (M) respinge il calcio di rigore di Cenerelli (S). Recupero: 1’ pt; 5’ st.

Il Città Monte San Giovanni Campano viene battuto di nuovo tra le mura amiche. 
A violare il “San Marco”, nel posticipo pomeridiano, è stato il Suio Terme Castelforte per due reti ad una. La lotta al terzo posto resta aperta, visti i risultati di Real Cassino e Terracina, ma se non si cambia rotta la post season diventa utopia. Inutile nascondere che quando manca gente del calibro di Iozzi, Terra, Di Folco, Macciocca e Veloccia il gioco e di conseguenza il risultato ne risentono ma regalare gol e uomini agli avversari è da masochisti. Ed è ciò che è successo quest’oggi con il Suio Terme Castelforte, formazione in lotta per evitare i play out; in soli undici minuti di gioco il team di mister Promutico si è ritrovato sotto di due reti grazie ad altrettanti regali che in questo momento non si può permettere di elargire! In questi frangenti, sperando di recuperare più di qualche infortunato in vista della volata finale, bisogna fare di necessità virtù restando uniti senza vanificare quanto di buono è stato fatto sino ad un paio di settimane fa… La cronaca. Passano nemmeno trenta secondi e su un innocuo pallone in disimpegno, D’Avino svirgola la sfera che finisce tra il difensore stesso e Giustini; incomprensione al momento di spazzare la sfera con Cenerelli che ringrazia e la deposita in fondo al sacco. Lo zero a uno si abbatte come un macigno sulla testa dei calciatori di casa che provano a spingersi in avanti senza la necessaria lucidità lasciando campo e ripartenza al Suio. All’11’, con un contropiede ben orchestrato Conte supera per la seconda volta Giustini ed il Suio si ritrova sorprendentemente sul doppio vantaggio. Quattro minuti dopo, angolo di Florese e colpo di testa di D’Avino con il pallone che colpisce la traversa a portiere battuto. Anche la dea bendata sembra aver voltato le spalle ai giallo-azzurri! Al 28’, sul cross di Cellupica dalla corsia di destra, l’estremo difensore Giordano sbaglia la presa aerea e la sfera termina sui piedi di Florese che, a porta vuota, calcia sopra la traversa. Alla mezz’ora dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Achy colpisce la traversa a Giustini battuto. Nella ripresa mister Promutico si gioca le carte Grossi e Sciucco al posto di Saccoccia e Corrado. Dopo 3’ un evidente fallo in area di rigore su Grossi non viene sanzionato dal medriocre Damiani di Frosinone. Tre minuti dopo, spunto di Grossi sulla fascia sinistra e cross a centro area per Sili che, da solo, spedisce la sfera, di testa, a fondo campo. Al 10’, in contropiede, Cenerelli a tu per tu con Giustini non inquadra lo specchio della porta. Passano altri centoventi secondi e la conclusione di Sili viene respinta dall’attento Giordano.  Al 27’, una palla sporca finisce dalle parti del guizzante Faliero che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Cinque minuti più tardi lo stesso Samuele Faliero (nella foto in alto) riapre la partita realizzando il gol dell’uno a due con un bel pallonetto sull’uscita del portiere ospite. Nei convulsi minuti finali i monticiani non riescono a trovare il guizzo vincente con gli ospiti che perdono tempo in maniera sistematica senza che l’arbitro intervenga a dovere. Al 45’, un’ingenuità di Giustini in disimpegno, che commette fallo su Lonardo in piena area di rigore, costa ai padroni di casa l’espulsione dell’estremo difensore ed il conseguente calcio di rigore. L’esordiente Montoni, subentrato a Cellupica, ipnotizza Cenerelli respingendo la conclusione in calcio d’angolo. Da segnalare che nei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara non si è praticamente giocato per le cure al numero 11 ospite. Domenica prossima i monticiani faranno visita al Gaeta…    

 (Nella sezione “Galleria Foto” altre foto del “San Marco”)

Eccone alcune...

1.jpg
Il capitano monticiano Danilo Fiorini con la terna arbitrale ed il capitano ospite


5.jpg
Da sinistra, Gabriele Grossi e Felice Florese